Blog di viaggio - Thailandia

Il viaggio che stiamo per intraprendere oggi ha come meta un luogo molto suggestivo, che favorisce senz’altro la meditazione, meta ideale per chi ama gli incantevoli paesaggi e che per chi vuole staccare un po’ la spina dalle metropoli caotiche e dispersive: andiamo in Thailandia.

thailandia

La Regione Thailandese come forse non tutti sanno è ancora una monarchia (sebbene costituzionale) e si trova fra il Laos , la Cambogia e la Birmania, trattasi dell’ex Siam che ha cambiato nome nel 1949 divenendo Thailandia che significa libero, ma per molti compresi gli abitanti del posto questo posto è sinonimo di terra dei sorrisi, ed è esattamente il clima che si respira qui di cordialità e di serenità data anche dalla presenza dei numerosi templi buddisti e dal contesto naturale, senza tralasciare però il divertimento.

Il periodo migliore per visitare la Thailandia è senza dubbio Maggio per via delle feste che si organizzano nelle città thai come la Visakha Puja, ad esempio, un’importante rito buddista o la tradizionale Cerimonia Reale dell’Andatura (a cui partecipano anche i reali) che prevede una serie di riti volti a propiziare la fortuna per i futuri raccolti da parte degli agricoltori che si accingono a seminare.
Se invece si amano le feste un po’ più movimentate c’è il Rocket Festival che nasce come celebrazione dell’arrivo della stagione dei monsoni, durante questa festa si svolgono sfilate di barche decorate rappresentazioni musicali e danzanti. Da non perdere lo spettacolo dei razzi il terzo giorno. Se invece il vostro interesse principale sono le spiagge e le escursioni nella natura allora il periodo favorevole è fra ottobre e dicembre, mesi non particolarmente piovosi.

Con queste accattivanti premesse andiamo a vedere cos’altro ha da offrirci questo stupendo Paese, immaginiamo ora di guardarlo dall’alto: il paesaggio che ci si presenta è quello di un territorio diversificato in cui troviamo nel settentrione delle catene montuose (parliamo di 2000 metri d’altezza) , andando verso ovest prevalgono gli altopiani e le zone collinari, scendendo verso sud ci viene incontro il mare, le fantastiche spiagge assolate di sabbia bianchissima e le piccole isole e lagune delle vere e proprie oasi.


Una delle mete thailandesi più visitate è Phuket proprio per via delle sua splendide spiagge (segnalo i ristorantini lungo il litorale per gustare dell’ottimo pesce)  ma anche dei suoi templi. Da non perdere è l’escursione nella foresta pluviale dove si svolge il Gibbon Rehabilitation Project ossia vengono curati e studiati i gibboni, una specie in via d’estinzione.
Anche Hat Phra Nang è molto presa di mira dai turisti  per via degli arenili di Railay, dei suoi alti promontori e degli isolotti che la attorniano anche se la principale attrazione naturale è la grotta di Phra Nang. Molo frequentate sono anche le isole Ko Taloo, Ko Tab, Chicken Island, e Ko Poda per via del Tiger Cave Temple.

Phra-Nang-Beach

Naturalmente il primo luogo in cui tutti i turisti approdano è Bangkok che offre di tutto e di più: dai negozi, alle bancarelle per chi ama lo shopping, al mercato galleggiante dei fiori di Damnoen Saduak che si trova nei pressi del Palazzo Reale di Maha Monthien, ai Giardini di Siwalai ed al Tempio di Phra Keo dove sono esposti il Buddha Sdraiato e il Buddha di Smeraldo.

Bankok

Molti però prediligono l’isola di Rattanakosin con il suo Museo Nazionale Tailandese o il Khao Yai, uno dei parchi nazionali più spettacolari del mondo o ancora il parco di Khao Sam Roi Yot e i parchi delle isole di Similan e Surin con la sua incredibile varietà di fauna marina. Se siete degli appassionati dell’argomento sappiate che i parchi thailandesi sono ben 79 mentre le riserve forestali sono 35, in alcuni punti del territorio inoltre si può inoltre praticare tanto la mountain bike, il paracadute ascensionale, e anche il canyoning sul fiume (pensiamo al Mekong nell’altopiano del Khorat).

Ritornando alle città è molto interessante l’itinerario che prevede la visita a Chiang Mai e Chiang Rai. Nella prima è imperdibile una passeggiata nella giungla selvaggia ed al villaggio dei Padaung dove risiedono le famose donne-giraffa con i loro lunghi colli racchiusi in anelli di ottone. Molto famoso è il tempio Doi Suthep. Nella seconda invece detta anche Rosa del Nord si trova uno delle più grandi scuole di addestramento degli elefanti, anche qui non mancano i templi, l’ideale sarebbe recarvicisi ad aprile per assistere al Capodanno Thailandese.

Fra Chiang Mai e Chiang Rai inoltre troviamo una cucina thailandese molto più delicata e leggermente speziata per chi non ama i sapori forti mentre dirigendoci verso la pianura dell'Isaan troviamo una cucina un po’ più robusta e forte dovuta all’influenza gastronomica della Cambogia. Il piatto principale è il riso che spesso funge anche da contorno ma anche i noodle serviti solitamente con i secondi di carne e pesce prevedono solitamente un accompagnamento con delle salse al curry o il latte di cocco.


scrivi
TI PIACE SCRIVERE?
VUOI PROMUOVERE IL TUO BLOG?
Pubblica i tuoi conenuti!

Ti consigliamo ..

Vacanze in Montagna
Portale dedicato alle vacanze in montagna, piste da sci, località montane e molto altro

Iscrivi hotel b&b e non solo ..
Iscrivi la tua struttura turistica su hotelgoo.com - portale turistico dedicato all'Italia!

Offerte viaggio Italia
Scegli la tua offerta per la tua vacanza in Italia - prima che scada!

Villaggi Italia
Cerca il tuo villaggio turistico in Italia

image

Noleggio Auto

Prenota online la tua auto a noleggio in tutte le località del mondo  e risparmia fino al 10% Noleggio Auto

image

Pubblicità al tuo hotel!

Possiedi una struttura turistica? Inserisci il tuo alloggio .. Segnalala su Italiavai.com

image

Ti piace la montagna?

MontagnaVacanza.com portale turistico dedicato completamente alla montagna, consigli utili, piste da sci ..

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

If you not change browser settings, you agree to it. Learn more

I understand