Il Cairo, megalopoli antica e moderna

il-cairo
Il Cairo

Il Cairo è una città enorme, con i suoi 16 milioni di abitanti è una delle megalopoli più grandi del pianeta, la diciannovesima al mondo in ordine di grandezza, anche per la densità di popolazione per metro quadro.
Una città famosa per la sua storia millenaria, adagiata sulle rive del grande fiume Nilo,con un mix di quartieri antichi del periodo medievale e zone di inurbamento più recente, dove la vita si svolge con ritmi frenetici e moderni.

Il Cairo ha origini antichissime, sviluppatasi a fianco dell’antica Menfi dei faraoni. Fu nella metà del settimo secolo DC che qui si sviluppa il nucleo della città come la conosciamo ora, e da allora la città non ha fatto che crescere a ritmo incessante, inglobando anche altre cittadine e paesi intorno, e  diventando presto la capitale dell’Egitto nelle sue varie evoluzioni storiche.

cairo-vista

Diversi sono i settori in cui è divisa la città attuale. Midan El Tahrir è il cuore del Cairo moderno e contemporaneo, qui si trovano i grandi alberghi, i maggiori snodi del traffico, il Museo Egizio e le grandi piazze centrali, Midan Talaat Harb, Midan Ataba, Midan Tahrir, quest’ultima di recente  diventata molto famosa per il grande numero di manifestazioni che si sono scatenate in seguito alla “Primavera Araba” del 2011, quando folle oceaniche si riunivano qui per chiedere le dimissioni del presidente Mubarak.

Midan Ramses è il cuore dei traffici ferroviari della capitale egiziana, ed anche un quartiere di grande interesse per lo shopping e per soggiornarvi. Il cuore della città vecchia si trova ad est del centro cittadino. Qui si trovano la Cittadella, la Moschea di Mohamed, il grande bazar di Khan el Khalili, altre antiche moschee e palazzi di architettura medievale, così come i bagni turchi più noti della città.
Old Cairo si trova invece a sud del centro città, e comprende il quartiere Copto, Fustat, il vero nucleo dell’antica metropoli.

cairo-egitto2

Dokki e Mohandeseen, così come i quartieri di Gezira e Zamalek, i primi sulla riva occidentale del Nilo, i secondi posti sull’omonima isola di Gezira, sono i quartieri della buona borghesia egiziana, ricchi di hotel e ristoranti, alberghi e negozi di lusso, l’Opera e la Torre del Cairo.
Il quartiere di Giza, da non confondere con il sito dove si trovano le celebri piramidi, si sviluppa nel quadrante occidentale della metropoli, un tempo città separata ed oggi inglobata nel Cairo.
Qui si trovano attrazioni interessanti da vedere, tra le quali lo zoo.

Heliopolis e Nasr City rappresentano altri due cuori pulsanti della Cairo Contemporanea.

  • Heliopolis è un quartiere dove vivono gli egiziani benestanti, e dove si trovano eleganti hotel e palazzi in stile europeo costruiti agli albori del ventesimo secolo.
  • Nasr City è un quartiere di sviluppo più recente, anche qui grandi alberghi ma soprattutto i più grandi centri commerciali della città.

Infine a sud-est del centro il quartiere di Ma’adi, sobborgo residenziale abitato da molti stranieri e dalla media borghesia egiziana.

Il periodo migliore per visitare il Cairo è l’inverno, fino alla primavera, quando le temperature sono più vivibili. D”estate al Cairo fa veramente caldo, e l’autunno, con le piogge, è caldo ed umido, e si sente con maggior intensità il peso dell’inquinamento atmosferico.

Per raggiungere il Cairo si può fare scalo nell’enorme aeroporto internazionale, nel quartiere di Heliopolis, in cui atterrano voli da tutto il mondo nei tre diversi terminali di cui è dotato.
E’ previsto un servizio di autobus che porta fino al centro cittadino.

Da qui ci si può spostare in taxi, ma anche con i bus locali, anche se il sistema di circolazione è parecchio difficile da assimilare velocemente.
Il Cairo è anche la hub per spostarsi nel resto dell’Egitto. Dalle stazioni ferroviarie partono i treni diretti a Luxor ed Alessandria, Aswan e le altre città dell’interno. Il servizio è moderno ed efficiente, anche se spesso si registrano ritardi ed attese.