Viaggio a Bangkok, ecco cosa devi sapere

Se non sei mai stato a Bangkok e vuoi farti un’idea di quello che troverai ecco un veloce articolo su Bangkok, la capitale della Thailandia.

Viaggio a Bangkok - Foto R. Trombetta Flickr

La meta principale di un viaggio in Thailandia si sa è la capitale: Bangkok detta anche Città degli Angeli (Krungthep) secondo alcuni, secondo altri invece il nome significherebbe Città delle olive selvagge ma i più la chiamano Città degli Immortali.

La curiosità che molti non sanno è che per la presenza di numerosi canali viene anche appellata “La Venezia dell’est”.

La sua fondazione avvenuta nel 1782 è stata voluta dalla ancora attuale dinastia Chakri ed il suo nome in origine era Bang Makok, la sua ascesa a capitale si realizzò dopo che il Re Rama IV  ebbe ribattezzato il Siam Regno di Thailandia.

Da allora la capitale thailandese  non smette mai di evolversi e modernizzarsi diventando la metropoli che oggi conosciamo, eppure continua a mantenere salde le sue tradizioni.

Come ce ne accorgiamo?

Basta dare uno sguardo ai moderni grattacieli affiancati dai templi in cui tantissime persone si riversano per pregare o basta vedere come coesistono locali alla moda per la vita notturna e danze e cerimonie tradizionali.

Bangkok si specchia sul fiume Chao Phraya che è navigabile ed il suo territorio si estende per ben 1568,7 km², e comprende sia l’area urbanistica (in cui s’intersecano numerosi canali)  ed alcune province che lo sbocco sul mare ed un tratto di costa.

♥ Leggi anche: Visitare Pattaya e dintorni

Quando visitare Bangkok

Premettendo che, il periodo migliore per visitare Bangkok è fra febbraio e maggio e che è sconsigliato vivamente recarvicisi da maggio ad ottobre poiché è la stagione delle piogge, vediamo di tratteggiare un percorso fra le bellezze monumentali della capitale thailandese.

Cosa visitare a Bangkok

Gran Palazzo Reale - L. De Simone
Gran Palazzo Reale – L. De Simone

Si parte innanzitutto posizionando un punto di riferimento che nel nostro caso è il Gran Palace ossia il palazzo reale.

♥ Leggi anche: Cosa vedere a Bangkok: le 12 attrazioni più viste dagli Italiani

Da qui inizia il nostro tour precisamente nel tempio di Wat Phra Kaew sorto nel 1780 nell’occasione dello spostamento della nuova capitale da Thonburi a Bangkok: trattasi di un complesso di edifici che si articolano attorno ad una sala centrale in cui è posto il Buddha di smeraldo.

Sono da visitare i musei ed i giardini circostanti.

Il tempio è direttamente collegato agli edifici reali, due dei quali sono a tutt’oggi visitabili: Dusit Matha Prasad e il Phra Tinang Amarindr.

Il Palazzo Chitralda è l’effettiva residenza reale non è perciò visitabile ma se ne può ammirare la sfarzosa decorazione esterna.

Proseguiamo verso i Giardini di Amphorn dove si tengono molto spesso le cerimonie popolari verso un altro importante tempio: il Wat Arun o Tempio dell’Aurora.

Wat Arun
Wat Arun

La sua costruzione risale al 1767 per volere del Re Taksin e fu dedicato al dio indiano dell’alba, Aruna. Si ammirino le cupole policromatiche decorate in porcellana che riflettono i raggi del sole e la pagoda principale alta 79 piedi le cui torri sono decorate con fiori e mosaici.

Nei pressi si trova il fiume Chao Phraya.

Wat Pho
Wat Pho

La tappa successiva in questo nostro tour a Bangkok è l’antico tempio di Wat Pho (XVI secolo) dove si trova una rinomata scuola di massaggi dove s’insegna anche la tradizionale medicina Thai, al suo interno possiamo ammirare il Buddha sdraiato coperto d’oro e di madreperla, trattasi di una statua alta 15 metri e lunga 46 metri.

Wat Pho Buddha sdraiato - Foto D. Gorla
Wat Pho Buddha sdraiato – Foto D. Gorla

Attorno a questa statua si trovano delle coppe dentro cui le persone gettano delle monetine per assicurarsi un buon futuro.

Un altro tempio a cui non possiamo mancare una visita è il Wat Traimit all’interno del quale si trova una statua del Buddha d’Oro del XIII secolo, alta 3 metri che pesa all’incirca 5 tonnellate.

Wat Traimit
Wat Traimit

La curiosità è che la statua scoperta nel 1953 era inizialmente ricoperta di uno strato di stucco e metallo che una volta rimosso rivelò l’oro sottostante.

Musei e altri p.o.i di Bangkok

Non posso naturalmente mancare i musei nella capitale thailandese:

  • Il Museo Nazionale dove si può ammirare una ricca collezione di reperti sacri
  • Il Suan Pakkad che espone una vasta collezione d’opere d’arte

Sono da visitare inoltre:

  • La Chinatown di Bangkok dove si trovano vari negozi e centri commerciali;
  • Il Lumpini Park dove si trovano botteghe d’artigianato, caratteristici ristoranti e si organizzano feste.. Da qui si può facilmente raggiungere il Mercato di Patpong che si svolge però la notte;
  • Il Mercato degli Amuleti che si tiene vicino al Palazzo Reale dove si possono trovare amuleti, monete e miniature di tutti i tipi;
  • Il Mabukorn, uno degli shopping center dove si trovano dei buoni prezzi;
  • Il Central World un enorme centro commerciale in cui si trova davvero tutto dagli orologi, all’abbigliamento firmato ai gadget elettronici.