La Isla de la juventud

isla-de-la-juventud
Isla de la juventud

isla-de-la-juventudL’isola di Cuba si estende per ben 1250 km circa dei quali solo una parte è sulla terraferma perché il restante è costituito da atolli, arcipelaghi ed isole d’inferiori dimensioni come l’Isola della Gioventù.
Quest’isola cubana denominata Isla del Quitrín’ cioè Isola del Calessino (per via dei mezzi di trasporto utilizzati in epoca coloniale)si trova a 100 km dalle coste di Pinar del Rio ed è la seconda isola più grande fra le 350 poiché occupa una superficie di 3.056 km.

La Isla de la juventud Fu scoperta da Cristoforo Colombo (1494) ma divenne famosa quando vi fu imprigionato Fidel Castro (1953) e non solo per questo visto che molti scrittori vi hanno ambientato storie di tesori, pirati e avventure. C’è dell’altro, perché in pochi sanno che quest’isola è uno dei maggiori produttori di marmo, di ceramiche e di agrumi (oltre che di legna) e che è da qui che viene esportato gran parte del pescato che entra in commercio.
Si presenta come meta turistica ideale con le sue ampie coste sabbiose attorniate dai caratteristici villaggi e l’entroterra ricco di boschi di pini a cui si alternano zone pianeggianti racchiuse fra note catene montuose fra le più alte e le più belle delle attrazioni naturali cubane (Sierra de la Cañada, Sierra de Las Casas, Sierra de Caballos). Il clima è abbastanza mite (la temperatura oscilla sempre fra  i 25-26 °C) quindi la vacanza può essere prenotata tutto l’anno.

Isla-Juventud-cuba

Fra i tanti luoghi d’interesse dell’Isola della Gioventù non possiamo non visitare per l’appunto le spiagge come Playa Bibijagua che è nota per la sabbia nera che la ricopre e nei pressi si trova anche una caletta la playa Paraiso, si noti al largo una sorta di isolotto emerso “Cayo los Monos” dove una volta c’era uno zoo di scimmie. Ma la vera meta imperdibile della vostra vacanza è a Cayo Largo dove ci si può rilassare sulle stupende sabbie o praticare degli sport acquatici e perché no, fare una passeggiata fino al Museo di Cayo Largo.

Per vedere gli arenili di sabbia bianca dove recarvi verso Cayo Piedra e superare la boscaglia di mangrovie vi troverete direttamente in zona playa Punta del Este, playa Blanca e playa Larga, quest’ultima è frequentata spesso da cacciatori di coccodrilli, molto interessante da visitare sempre qui è il faro di Carapachibey costruito nel 1983 ed il Centro de Cria Experimental de Tortugas Marinas, il Centro sperimentale per l’allevamento delle tartarughe marine.

Tornando verso Punta del Este troviamo delle incredibili grotte scavate nel litorale recanti incisioni rupestri realizzate dagli aborigeni cubani.
Per godere appieno dello stupendo panorama però dobbiamo dirigerci verso il promontorio di playa Francés sul versante meridionale oppure verso playa del Tesoro, meta ideale per gli amanti delle immersioni. Se invece preferite avventurarvi nella natura rigogliosa ed incontaminata allora vi suggeriamo Ciénaga de Lanier una vasta riserva naturale nella parte meridionale dell’isola.
Fra gli itinerari de la Isla de la juventud che vi consigliamo c’è Nueva Gerona ed i suoi dintorni.

Nueva Gerona è la capitale dell’isola (presso le rive del Rio las Casas), una città culturalmente molto elevata, molto eclettica e che ha assorbito nel corso degli anni varie influenze di diverse culture. Qui non possiamo assolutamente perderci il Museo de la Clandestinidad che espone le testimonianze della lotta di liberazione dell’isola, il Museo Histórico Municipal che espone sullo stesso tema, il Museo de Ciencias Naturales con all’interno il planetario, la Tienda Juventud che mostra al pubblico i manufatti artigianali per cui l’isola è famosa, il Museo de los Deportes che rende omaggio ai grandi sportivi del luogo ed infine la Galeria de Arte Gerona.

Procedendo verso sud-ovest a soli 2 km incontriamo Museo El Abra (Carretera Siguanea) una hacienda molto famosa in cui fu confinato José Martì e verso est sempre spostandoci di due chilometri incontriamo Il Museo de Presidio Modelo un’ex prigione (quella in cui furono reclusi Fidel Castro ed i suoi guerriglieri).

Spostandoci di 27 km troviamo la zona di Santa Fe nota per le sue sorgenti dalle proprietà curative che vengono incanalate nelle vasche e nei bagni.
Nei dintorni si trovano anche i giardini botanici Jungla de Jones che presenta esemplari botanici provenienti da tutto il mondo.