Cosa fare a Mykonos, tra mare e divertimento

Ogni anno Mykonos viene scelta come meta per le vacanze da moltissimi italiani, come mai? Ecco cosa fare e cosa vedere a Mykonos

Mykonos - Foto rgdmac

Mikonos è probabilmente l’isola più frequentata e famosa delle Cicladi, dove la sua città principale prende il nome dell’isola stessa, ma è anche conosciuta con il nome di Chora Mykonos.

⇒ 1 Consiglio: Se non ha idea di dove dormire a Mykonos guarda qua

Grazie ai ritrovamenti archeologici, si è potuto intuire che Mikonos è stata abitata dagli antichi popoli della Ionia, già  nel XI secolo a.C., e probabilmente anche dalla tribù Kares nel Neolitico.

Posteriormente l’isola è stata occupata dagli Ottomanni e dai Veneziani, per poi distinguersi come i protagonisti delle lotte per l’indipendenza greca.

mikonos-agios-Stefanos
Agios Stefanos

Mikonos è una delle isole più frequentate dai vip greci, è ricca di locali e la sua vita notturna è una delle più vivaci della Grecia.

Si pensa erroneamente che sia “l’isola dei gay”, ma in realtà il turismo gay è presente, ma non in maniera così massiccia come si è abituati a credere.

L’isola è raggiungibile sia tramite aereo con Eurofly e con Neos Air, che tramite nave da diversi porti della Grecia.

Architettura e il suggestivo paesaggio di Mykonos

Vista Mykonos

Tutta l’isola è costellate delle tipiche casette delle isole Cicladi: basse, ad un unico piano e completamente bianche.

Solo Chora si distingue, con strette viuzze tortuose da assomigliare più ad uno stile medievale e case più colorate, che si allontanano dal solito blu e bianco che si trovano in tutta la Grecia.

Chora, oltre ad essere la città principale, è anche l’unica zona davvero popolata, nel resto dell’isola si trovano solo villaggi e piccoli agglomerati di case, oltre ai diversi complessi turistici.paradise-beach-mykonosL’isola è battuta molto spesso da venti, questo ha fatto sì che siano cresciuti pochissimi alberi e che rocce e massi ne caratterizzano tutto il paesaggio.

Mare e spiagge di Mykonos

Per quanto riguarda invece il mare, come in quasi tutte le isole greche è cristallino e ideale per windsurf e kitesurf, in particolare quelle nella parte meridionale dell’isola come Kalafatis, Paraga e Paradise.

Il meraviglioso mare di Mykonos – Foto unavidadeviaje

Altre famosissime spiagge di Mykonos sono quella a nord di Agios Stefanos, quelle di Ornos, Agrari e Agios Giannis.

Se però si cercano spiagge meno affollate si può esplorare le baie di Platis Gialos e di Elià che possono essere raggiunte con un’imbarcazione a noleggio o anche a piedi, ma con qualche difficoltà in più.mykonos-1

In tutta l’isola è consentita la pratica del nudismo, anche se sono molte meno persone rispetto al passato che la praticano.

Nightlife: cosa fare a Mykonos

mykonos-by-night-2
Mykonos di sera

Non solo bel mare, Mikonos è sicuramente l’isola indicata per il divertimento, visto la quantità di locali, pub e discoteche che si trovano, in particolare a Chora.

Estremamente cosmopolita, ha però dei prezzi decisamente più alti rispetto alla media delle altre isole greche e pochi angoli dove riposarsi ed ascoltare il silenzio.

I locali più famosi

Tra i locali più famosi e conosciuti sono da annoverare l’Aegli, uno dei locali clou della vita notturna, l’Asteria e il Caprice, da dove si possono godere dei bellissimi tramonti.

Tra i bar gay dell’isola i più famosi sono Pierro’s, che organizza feste a partire da mezzanotte, e Remezzo.

Se si rimane svegli tutta la notte e si vuole mangiare un boccone (leggi anche: Dove mangiare a Mykonos), niente di meglio del bar Kavos che rimane aperto 24 ore su 24, per poi lanciarsi nei bar sulla spiaggia, come Tropicana, Super Paradise, Sol y Mar e Cavo Paradiso, per terminare la serata.

Cosa vedere a Mykonos

Di certo non si decide di venire in vacanza a Mikonos  per l’arte e la cultura, ma l’isola offre comunque qualche spunto interessante, in particolare a Chora.

♥ Leggi anche: Cosa vedere a Mykonos nel dettaglio

La cittadina è infatti molto piacevole per una passeggiata, a qualsiasi ora si scelga di andare, oltre che sede dei musei: Mar Egeo Maritime Museum, la Casa di Lena e il Folk Museum.
Si possono inoltre visitare le chiese di san Giorgio del XV secolo e di santi Barbara e Fanourios costruita alla fine dell’Ottocento.

I famosi mulini a vento

Tra i monumenti più famosi di Mikonos vi sono i mulini a vento, su un altipiano a ovest della città; qui venivano portati grano e orzo dalla gente dei villaggi per trasformarli in farina.

Il complesso di Parapotiani

Altro famoso simbolo dell’isola è il complesso di Parapotiani, che si trova a nord dell’area denominata Alefkandra o Piccola Venezia, un quartiere dove una volta le donne venivano a pulire i panni.

Chiesa di Panagia – Foto Anna

Continuando a piedi per le vie tortuose della Piccola Venezia, si raggiunge quindi il complesso delle cinque chiese di Parapotiani, probabilmente il sito più fotografato di tutta Mikonos.

Il grazioso villaggio di Ano Mera

Ano Mera

Vale la pena fare una visita anche al grazioso villaggio di Ano Mera, dove ci sono un monastero e una chiesetta-museo datati XV secolo,

Visita a Delos e a Tinos

Delos e a Tinos, due piccole, ma interessanti isole, la prima ricca di resti archeologici e la seconda con una chiesa dedicata alla Vergine Maria, meta di pellegrinaggio per i fedeli ortodossi.