Cosa vedere a Bath: le terme Romane e molto altro

Bath è una città termale immersa nella campagna del sud-ovest dell'Inghilterra a 190km da Londra, conosciuta per le sue sorgenti calde naturali e per gli edifici georgiani risalenti al XVIII secolo. Eccola

La prima impressione che sia di Bath anche semplicemente guardando delle foto è di una città molto suggestiva  e perciò indubbiamente molto bella.

Secondo la leggenda questa città inglese fu fondata da re Bladud che malato di lebbra guarì dopo essersi bagnato con le sue acque fangose, ragion per cui i romani la chiamarono Aquae Salis ed è oggi famosa per l’appunto come località termale.

Ma le acquee sulfuree non sono l’unico pregio di questa città bensì anche i numerosi monumenti e reperti archeologici ritrovati in loco contribuiscono a renderla così meravigliosa ed interessante.

♥ Leggi anche: Cosa vedere a Londra assolutamente

Come visitare Bath

Premettiamo che Bath può essere tranquillamente visitata a piedi o in bici oppure usando semplicemente i mezzi pubblici che garantiscono un servizio anche notturno, dunque inizia il nostro tour in giro per i monumenti di questa incantevole città.

♥ Leggi anche: 10 super consigli su come muoversi a Londra

Bath Abbey

Bath Abbey
Bath Abbey

La nostra prima tappa è l’abbazia di Bath ovvero Bath Abbey (1499) dedicata ai Santi Pietro e Paolo che inizialmente fu costruita come cattedrale normanna ma nel XVII secolo il suo stile subì una rivisitazione gotica.

Divenne ancora un monastero benedettino nel VII secolo. Complessivamente i lavori di restaurazione furono terminati nel 1611. Ora è un imponente chiesa anglicana situata fra le terme e la Guildhall ossia il Municipio della città.

Number One Royal Crescent

Number One Royal Crescent
Number One Royal Crescent

La seconda tappa è invece il Number One Royal Crescent ossia la prima casa risalente ad un periodo che va dal 1767 al 1774 ad essere costruita in stile georgiano. All’interno è ricostruita la vita secondo i tempi del diciottesimo secolo.

Nei pressi si trova l’ American Museum in Britain ossia il primo museo Americano fuori dal territorio, pur non essendo attinente con Bath è molto interessante da visitare, vi si trova illustrata all’interno la storia americana, dalla nascita al ventesimo secolo.

Bath Postal Museum

In tema di musei non possiamo mancare una visita al Bath Postal Museum, questa volta un museo incentrato interamente sullo sviluppo storico postale di Bath, qui infatti troverete esposte cartoline, telegrammi, collezioni di francobolli, fotografie ma anche oggetti che testimoniano per l’appunto i progressi fatti da questa piccola città che inizialmente parte come centro manifatturiero e diviene una fra le più note località turistiche inglesi.

Un’esposizione simile la troviamo nel Museum of Bath at Work aperto nel 1978 che contiene 2000 anni di storia racchiusa nelle ricostruzioni e nei documenti esposti.

Ci concediamo a questo punto una pausa gustando dell’ottimo pesce da Fishwoeks oppure dell’arrosto con contorno da Hole in The Wall.

Fashion Museum

Riprendiamo quindi restando ancora nell’ambito culturale di Bath parlando del Fashion Museum una fra le più curiose attrazioni della zona trattasi di un’esposizione che illustra la moda inglese dal XVI sec. fino ad oggi.

Quindi possiamo osservare gli abiti di tutte le stoffe e fogge, maschili e femminili ma anche accessori dei più strani, casual ed eleganti.

Victoria Art Gallery

Si prosegue con il Victoria Art Gallery (il suo nome è dedicato al sessantesimo anniversario del regno della regina Vittoria) un’interessante collezione di opere d’arte collocato in un maestoso palazzo dell’ Ottocento. All’interno ammiriamo opere e sculture di grandi artisti dal XV secolo

Il Botanical Gardens

Gli appassionati della natura non si disperino perché la prossima tappa è il Botanical Gardens (inaugurati nel 1887) situato in Marlborough Lane, all’interno del Royal Victoria Park, costruito nel 1830 per la giovane principessa Victoria, i giardini ricoprono una superficie di 3,8 ettari.

Le Roman Baths

Giungiamo infine al pezzo forte, il principale motivo di questo grande afflusso di turisti, ovvero le terme, le Roman Baths.

Come abbiamo già detto furono i Romani a convogliare queste uniche sorgenti termali britanniche in un sistema che ne permettesse il pubblico utilizzo.

Il complesso in origine comprendeva un tempio (dedicato alla dea Minerva) e i bagni e fu voluto dell’imperatore Vespasiano, nel 75 d.C.

L’ingresso costa circa 16 sterline completo di audio guida. Un percorso che ti guiderà all’interno delle Terme e ti spiegherà come erano una volta.

Ci sono sempre molti turisti a visitare le terme per questo ti consigliamo di prenotare i biglietti online sul sito internet. Il personale è sempre molto educato e cortese verso i visitatori. È presente all’ interno del museo un piccolo negozio dove si possono comprare souvenir e vari gadget.

Altri utenti hanno letto anche

I più cliccati