Alla scoperta di Challand Saint Anselme, comune di 755 abitanti della Valle d’Aosta

Cosa fare e vedere a Challand Saint Anselme il secondo paese che si incontra risalendo la valle dell’Evançon, a 1036 metri di altitudine ecco qualche consiglio utile su questo piccolo comune della Val D’Aosta

Challand Saint Anselme

Challand Saint Anselme è un piccolo comune costituito da tante frazioni sparse, situato nella Val d’Ayas.

Il fulcro del comune si trova a 1.040 metri di quota, ma il suo territorio si estende ben oltre, inoltrandosi tra i boschi ed i pascoli lussureggianti. Fino al 1946 Challand Saint Anselme era unito al comune di Challand Saint Victor, mentre nel 2011 i due comuni furono divisi ed oggi rappresentano due realtà confinanti, ma autonome.

Il territorio di Challand Saint Anselme è caratterizzato da una struttura antica, realizzata nel Medioevo, quello che ancora è conosciuto come Ru d’Arlaz. Si tratta di un canale realizzato per facilitare l’irrigazione, captando le acque del fiume Evanςon di buona parte della Val d’Ayas.

Oggi lungo questo antico canale è nato un percorso di 11 km e per lo più pianeggiante, particolarmente adatto per passeggiate con bambini.

Camminando lungo questo bel sentiero si scopriranno antichi villaggi, si oltrepasseranno pascoli e ci si immergerà nel silenzio dei boschi, ritemprando corpo e mente, lontani dal caos cittadino.

Lungo il Ru d’Arlaz è nato anche un percorso vita con 15 stazioni, dove volendo ci si può allenare per mantenersi in forma.

L’Antico Gioco dello Tsan

Tsan
Tsan

Passeggiando lungo i prati ci si può imbattere in un gruppo di ragazzini intenti a giocare con mazze e una piccola pallina di legno.

Si tratta di un antico gioco praticato dai pastori diversi secoli fa mentre portavano il bestiame a pascolare.

Lo tsan ha mantenuto le stesse regole: due squadre composte ognuna da dodici giocatori si scontrano lanciando e rincorrendo una pallina che viene lanciata da un battitore. E’ un po’ una via di mezzo tra il baseball e la pelota basca, uno sport d’altri tempi che sembra faccia rivivere le atmosfere del passato.

Cosa visitare

Challand Saint Anselme offre tutta quell’accoglienza tipica dei piccoli paesini di montagna, dove il tempo sembra si sia fermato e dove tutto scorre lentamente, rispettando i ritmi dell’uomo e delle stagioni.

Castello di Graines

Castello di Graines

In alto su di una rupe si potrà scorgere ciò che rimane dell’imponente Castello di Graines, simbolo del dominio feudale e del potere della nobile famiglia degli Challant, da cui il paese prese il nome.

Gli elementi che ancora spiccano sono la torre, edificata sul punto più alto, la cinta muraria dotata di merli e la cappella, costruita un po’ più isolata dal resto dell’edificio ed oggi in gran parte andata distrutta.

Il Castello di Graines era collegato al Castello di Villa, nel comune di Challand Saint Victor, e tramite segnali luminosi potevano segnalarsi eventuali pericoli.

Santuario di Sant’Anna

Su di un altro promontorio, in una posizione invidiabile da cui si gode di un paesaggio unico sulla vallata sottostante, sorge il Santuario di Sant’Anna, dove ogni anno nel mese di luglio si celebra la messa in suo onore e si benedico tutti i bambini.

La chiesa è realizzata in stile gotico e sicuramente merita di essere visitata. Se si viene in questo luogo nel giorno della festa in onore di Sant’Anna si potrà assistere ad una vendita all’incanto di oggetti offerti dai parrocchiani, con l’intento di ricavare dei soldi per il restauro del Santuario.

Cappella di Orbeillaz

Un altro edificio sacro di ridotte dimensioni ma di interesse artistico ed architettonico è la Cappella di Orbeillaz, realizzata con un’abside rotondo.

Ciò che spicca principalmente sono un bell’altare in legno intarsiato, una statua della Madonna settecentesca ed un affresco realizzato sulla facciata.

Il mulino ristrutturato

Nella piccola frazione di Ruvère si può visitare, durante il periodo estivo, un mulino ristrutturato e sede di mostre temporanee. Il mulino sfruttava le acque del torrente Evanςon per macinare il grano e per produrre l’olio di noci.

Cosa fare

Il turismo si sta sviluppando sempre più a Challand Saint Anselme, grazie alla relativa vicinanza al comprensorio sciistico del Monte Rosa e grazie alla bellezza dei paesaggi, che nei mesi invernali si possono scoprire sfruttando delle ciaspole.

In estate si possono compiere numerose passeggiate ed escursioni che condurranno gli amanti del trekking fin sulle vette delle “Dames de Challand”, ovvero il Mont Nery, la Becca Torché e la Becca di Vlou. Per chi è in cerca di una passeggiata semplice e poco impegnativa si consiglia una gita sul Colle della Ranzola che collega Challand Saint Anselme con Gressoney Saint Jean.

Collegamenti

Challand Saint Anselme si trova in una posizione abbastanza comoda da raggiungere, infatti l’uscita dell’autostrada si trova a nemmeno 10 km di distanza.

L’arteria principale che attraversa tutta la Val d’Ayas è la SR 45. La stazione ferroviaria più vicina è quella di Verrès, distante circa 9 km da Challand Saint Anselme e per chi lo desidera è possibile utilizzare anche un servizio bus la cui linea è Verrès-St Jacques.