Cosa fare a Firenze? Locali, eventi, consigli utili da ricordare

A spasso per firenze ecco cosa fare a Firenze, locali, eventi,come arrivare e un po' di consigli utili da ricordare

Firenze è una delle città italiane più ricche di beni artistici ed architettonici ed il suo patrimonio artistico, di inestimabile valore, è stato dichiarato Patrimonio dell’umanità dall’UNESCO.

Visitando la città Firenze ci sono dei palazzi, delle chiese e dei luoghi talmente importanti e magnifici che assolutamente dovranno essere ammirati.

A spasso per Firenze

Prima fra tutte la Piazza del Duomo, dove si ergono alcuni edifici religiosi tra i più splendidi di tutta Firenze.

Duomo di Firenze
Duomo di Firenze

La Cattedrale di Santa Maria del Fiore, conosciuta comunemente come duomo di Firenze, con la sua elegante facciata e l’imponente cupola, viene visitata ogni anno da milioni di turisti e la maggior parte decidono di salire fin sulla cupola per godere di una panoramica mozzafiato su tutta la città e per apprezzare da vicino i famosi dipinti del Vasari riguardanti scene del Giudizio Universale.

Rimanendo sempre in Piazza Duomo si potranno ammirare il magnifico campanile progettato da Giotto ed il Battistero di San Giovanni.

Firenze è particolarmente ricca di musei e tra i vari presenti in città il più noto, quello che gode di fama mondiale, è il Museo degli Uffizi.

Al suo interno sono raccolte opere d’arte di ogni periodo storico e di per sé una visita impegnerebbe da mezza giornata ad una giornata intera, in base all’interesse che si può avere.

Poco distante dal Museo degli Uffizi vi è il celebre Ponte Vecchio, l’unico ponte storico di Firenze rimasto in piedi dopo il passaggio delle truppe naziste in città.

Da lontano si potrà apprezzare in tutto il suo splendore architettonico, mentre passeggiandoci sopra si potrà far godere lo sguardo allungando l’occhio nelle tante botteghe orafe presenti sul famosissimo ponte.

Il Centro storico di Firenze

Il centro storico fiorentino ad ogni angolo presenta qualcosa di interessante da vedere; tra le piazze più conosciute sicuramente non si potrà rinunciare a vedere Piazza della Signoria, dove si affaccia Palazzo Vecchio, uno degli emblemi della città, e fanno bella mostra di sé la copia della famosissima statua del David di Michelangelo e la fontana del Nettuno di un candido color bianco.

Passeggiando per il centro si potranno ammirare le facciate del Palazzo Strozzi e di Palazzo Pitti e irrinunciabile sarà una sosta all’ombra dei secolari alberi di Giardino Boboli.

Una delle più belle ed interessanti basiliche fiorentine è indubbiamente quella di Santa Maria Novella, dove annesso è nato un museo per raccogliere pezzi unici di arte sacra ed inglobando nel percorso museale anche il Chiostro Verde, il Cappellone degli Spagnoli ed il refettorio.

Firenze come arrivare

Firenze ha un grazioso e raccolto centro storico, in gran parte tutelato dall’UNESCO per l’importanza artistica e storica dei beni architettonici in esso contenuti.

Non è una città particolarmente grande, rispetto soprattutto ad altre realtà come Roma e Milano, però in ogni caso è consigliato visitarla a piedi, possibilmente decidendo di lasciare l’auto a casa, onde evitare difficoltà nel trovare parcheggi ed evitare di rimanere ingolfati in zone a traffico limitato.

Se si opta per un viaggio in treno si potranno scegliere i treni ad alta velocità che ben collegano Firenze alle principali arterie sud-nord, infatti vista la sua centralità nella penisola è comodamente raggiungibile sia da chi proviene dal Nord Italia, sia da chi proviene dalle regioni del Meridione.

La stazione più centrale è quella di Santa Maria Novella (qui trovi 5 top hotel comodi da prenotare vicino alla stazione), nei pressi del famoso complesso monastico di Santa Maria Novella, che quindi si consiglia di vistare non appena scesi dal treno, o al limite al termine del soggiorno in città, poco prima di ripartire.

Come muoversi a Firenze

Vedere Firenze in bici
Vedere Firenze in bici

Firenze dispone di una pista ciclabile di ben 78 chilometri ed in vari punti della città è possibile noleggiare le biciclette, ciò rende ancora più agevole andare alla scoperta del suo splendo centro storico ed ha anche un valore etico, visto che incentiva ad usare di meno le automobili.

Comunque, a parte il discorso delle biciclette, il centro si raggiungerà senza grandi problemi anche a piedi e ci si accorgerà che in uno spazio abbastanza limitato si potranno ammirare la maggior parte dei beni architettonici di Firenze.

Poco distante da Piazza Duomo si vedrà il grande stabile che ospita il Museo degli Uffizi, uno dei musei più importanti d’Italia, in virtù di ciò è bene sapere che è consigliabile procurarsi i biglietti in anticipo, sia per evitare chilometriche file, o ancora peggio per evitare che in quella giornata sia tutto al completo e quindi non sia possibile entrare.

P.S. Comunque per visitare questo immenso museo è necessaria almeno una mezza giornata ed è bene tenere in considerazione ciò prima di programmare una visita alla città.

Cosa si mangia a Firenze

Scoprire una città vuol dire scoprire anche i suoi usi e costumi e perché no, le ricette che vengono tramandate di generazione in generazione.

La cucina fiorentina è caratterizzata da ingredienti semplici e genuini e fa largo uso di spezie varie ed erbe aromatiche, che regalano ad ogni piatto gusti unici.

I salumi, un po’ tipici di tutto il centro Italia, vengono spesso serviti accompagnati da bruschettine esaltate dall’eccellente olio extra vergine d’oliva tipico della zona.

Tra i primi piatti i fiorentini adorano le zuppe di legumi ed in particolare la ribollita, una zuppa tipica di questa zona fatta con pane raffermo, cavolo nero e fagioli cannellini.

Fiorentina
Fiorentina

Tra i secondi piatti come non citare la famosissima “fiorentina”, ovvero una spessa bistecca alta 5 o 6 centimetri e servita al sangue per mantenere la morbidezza e tutto il sapore delle freschissime carni allevate nei colli toscani.

Le prelibatezze culinarie fiorentine ben si sposano con il Chianti, vino rosso d’origine controllata, prodotto proprio nei colli intorno a Firenze.

Per i più golosi si consiglia di assaggiare:

  • il castagnaccio, fatto con farina di castagne,
  • la schiacciata alla fiorentina, tipico dolce di Firenze con un tenero cuore di panna montata
  • il pan di ramerino, preparato con la pasta del pane alla quale viene aggiunta l’uvetta sultanina ed il rosmarino.

Quando visitare Firenze

Premesso che Firenze è una delle città più visitate dai turisti a livello nazionale, si ricorda che per programmare al meglio un week-end in questa stupenda città d’arte è bene tener presente le condizioni climatiche e le temperature che mediamente si registrano nell’arco dell’anno.

♥ Leggi anche: Visitare Firenze in 3 giorni: Tutto quello che devi sapere

La primavera e l’autunno sono le migliori stagioni per quel che riguarda le temperature, che in questi periodi dell’anno sono miti, ma per contro c’è da dire che sono anche le stagioni più ricche di precipitazioni a carattere piovoso.

L’estate tipicamente è molto calda, con frequenti picchi di afa, dovuti agli alti tassi di umidità che si registrano spesso in città. L’inverno, invece, è tipicamente freddo, con rari episodi nevosi.

Nonostante la variabilità del tempo, i periodi migliori per visitare Firenze sono comunque la primavera e l’autunno, anche se in aprile e maggio bisogna tener presente un’alta concentrazione di scolaresche che spesso scelgono la bella città fiorentina per le gite scolastiche.

Eventi imperdibili a Firenze

Come già accennato, Firenze è una città particolarmente ricca dal punto di vista culturale, ed in ogni periodo dell’anno è possibile trovare delle mostre temporanee ospitate nei più bei palazzi cittadini, come Palazzo Vecchio e Palazzo Pitti, andando ad affiancare i tanti musei che espongono collezioni artistiche in maniera perenne.

Inoltre, nel polo fieristico fiorentino, si svolgono di sovente fiere di carattere internazionale, meeting e festival vari, che spaziano dall’artigianato al settore del mobile, dalla gastronomia al fitness, incontrando i gusti e gli interessi dei numerosissimi partecipanti.

L’estate fiorentina, a differenza di ciò che succede nella maggior parte delle grandi città italiane, è molto vivace e ricca culturalmente, infatti in 4 mesi estivi si susseguono spettacoli di danza, musicali e teatrali.

In particolare, le manifestazioni che hanno maggior risonanza sono quelle che si svolgono al Mandela Forum, allo stadio Artemio Franchi e nel piazzale Michelangelo, dove musica, poesia, danza e svago allietano le calde serate fiorentine a cittadini e turisti.

Tra gli eventi tradizionali, uno molto simpatico da vivere è la Festa della Rificolona, che è una sorta di lampioncino creato con carta e bastoncini.

In questa occasione Firenze si orna di tante rificolone colorate che al calar del sole creano un’atmosfera molto suggestiva e piacevole.

Durante tale manifestazione, che si svolge il 7 settembre, vengono organizzati vari eventi concomitanti e delle bancarelle riempiono la città vendendo questi simpatici e colorati lampioncini da portare con sé per tutta la giornata, per unirsi a far festa con i fiorentini.

Dove mangiare a Firenze

Firenze, essendo una città sempre piena di gente, tra turisti e studenti universitari, si è adeguata anche dal punto di vista dell’offerta di locali, ed infatti se ne possono trovare di ogni genere.

Nel centro storico ci sono vari localini dove poter cenare e scegliendo quello giusto si potranno gustare delle vere ghiottonerie fiorentine.

Ad esempio nel ristorante La Giostra (www.ristorantelagiostra.com), in una piccola via a due passi da Piazza Duomo, si potranno gustare delle specialità accompagnate dai migliori vini italiani.

Se vuoi qualcosa di ancora meno formale si consiglia l’Osteria Pepo (www.pepo.it), dove a pranzo si mangia su tavoli apparecchiati in maniera minimale, mentre per la cena si trasforma con una veste più elegante.

Comunque in tutto il centro storico non mancano di certo i locali dove mangiare e se si vuole un posticino più particolare e romantico ti consigliamo di spostarti sul Lungarno, dove si trovano dei ristorantini dove si mangia bene e si spende il giusto, spesso in ambienti poco ricercati ma molto intimi.

Pub e discoteche di Firenze

Essendo una città giovane, non possono di certo mancare disco bar, pub e discoteche, che animano le notti fiorentine fino all’alba.

La Space Electronic (Pagina Facebook) è una delle più grandi discoteche presenti a Firenze; è disposta su due piani ed è aperta fino alle 4 del mattino.

Sul primo piano vi è la zona bar con karaoke e tanti tavolinetti dove chiacchierare e trascorrere una divertente serata con gli amici, mentre al piano superiore c’è la sala discoteca dove vengono suonate le migliori hit del momento e dove i ragazzi si scatenano con musica house, techno, revival e commerciale.

Sul Lungarno Corsini vi è un locale polivalente dove mangiare ottime specialità toscane e proseguire la serata con tanta buona musica ed una pista dove ballare, si tratta del Foody Farm (ex Capocaccia), uno dei locali fiorentini più frequentati.

Se si cerca un locale esclusivo e di classe, dove di sovente si incontrano celebrità del mondo dello spettacolo, si consiglia di recarsi al Momà (ex Costes).

Per il ristorante è d’obbligo la prenotazione, mentre in un’altra sala si preparano speciali aperitivi e si organizzano serate a tema in cui la musica cambia in base all’occasione.

Dove bere un caffè a Firenze

Firenze, un po’ come Venezia, essendo la culla della cultura italiana, aveva dei caffè dove si riunivano i letterati e gli artisti per conversare e scambiarsi le opinioni.

Alcuni dei più antichi ancora sono aperti e si raggruppano in Piazza della Repubblica, in Piazza della Signoria, in Via Cavour ed in Via de’ Tornabuoni.

Tra i più famosi mi sembra giusto menzionare il Caffè Gilli (caffegilli.com), esistente già nel 1733 e con gli interni originali dei primi del 1900.

E’ tra le pochissime caffetterie fiorentine che ancora ha gli arredi originali tipici della belle epoque e sicuramente un locale da visitare se non altro per l’atmosfera che si respira al suo interno.

Altri utenti hanno letto anche

I più cliccati