Cosa vedere a Peschiera del Garda in un giorno

Ponti, canali belle chiese e palazzi storici, fortificazioni e piccoli moli dove attraccano le barche. Ecco alcuni consigli su cosa vedere a Peschiera del Garda in un giorno

Se stai provando a pensare cosa vedere a Peschiera del Garda in un giorno, possiamo dirti che la bellissima cittadina posta sulla sponda più a sud del Lago di Garda offre possibilità davvero interessanti.

La prerogativa di essere una splendida località lacustre permette di ragionare su ponti, canali e piccoli moli parecchio piacevoli, oltre che sulle strutture tipiche dei piccoli borghi affacciati sul Lago: a cominciare da palazzi storici, fortificazioni (riconosciute dall’UNESCO!) e chiese molto apprezzate.

La bella cittadina di Peschiera del Garda fa già parte, dal 2017, del Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO nello specifico fra le “Opere di difesa veneziane fra il XVI e il XVII secolo: Stato di Terra-Stato di Mare Occidentale”.

Il bellissimo borgo, che ogni anno richiama davvero tantissimi turisti provenienti da ogni parte, si trova a pochi chilometri da Verona (approdo ideale per dedicarsi a cosa vedere a Peschiera del Garda) sebbene si possa raggiungere con una certa facilità anche da Milano in circa un’ora di macchina o treno.

Braccobaldo Bau Beach

Braccobaldo Beach
Braccobaldo Beach

Cosa vedere a Peschiera del Garda in un giorno? Potrebbe sembrare strano, ma anche in una sola giornata potrai apprezzare diverse attrazioni fondamentali nell’approccio al piccolo borgo che si dirama su due isolotti piacevolmente collegati da ponti.

A Peschiera del Garda c’è un posto perfette se sei un amante dei cani.

In località Fornaci, sul litorale Bergamini, c’è infatti Braccobaldo Bau Beach. Lo specialissimo stabilimento è stato aperto a maggio del 2011 e permette di avere a disposizione tutto l’occorrente per portare con se i cani in spiaggia.

D’estate lo stabilimento è ovviamente aperto ogni giorno: i ciottoli che caratterizzano la spiaggia ospitano una 30ina di ombrelloni in grado di accogliere circa 60 persone: il limite per i cani invece non esiste, ognuno può portare tutti quelli che vuole.

Interessante il fatto che sia completamente recitata oltre alla possibilità di disporre di ben tre accessi diretti al Lago di Garda.

La spiaggia Braccobaldo Bau Beach permette di noleggiare sdraio, lettini e ombrellone sebbene tutti i cani avranno a disposizione un lettino gratis abbinato ad un kit di benvenuto con copertina, sacchetti, ciotola e custodia per lo smartphone.

I cani potranno anche essere condotti in aree recintate per espletare i loro bisogni: se vorrai trascorrere delle ore a Peschiera del Garda col tuo cane, questo è il posto giusto per farlo ma ricorda che potrebbe essere richiesta (in alcuni casi) la museruola.

Santuario della Madonna del Frassino

Santuario della Madonna del Frassino
Santuario della Madonna del Frassino

Una tappa da non escludere nell’itinerario su cosa vedere a Peschiera del Garda in un giorno è sicuramente quello legato al Santuario della Madonna del Frassino.

Difatti, questo Santuario, rappresenta uno dei luoghi di culto più noti e apprezzati di tutto il Lago di Garda.

Posizionato poco lontano dal centro storico del borgo, il Santuario nasce nei primi anni del 1510 a seguito di un’apparizione ad un pastore di una piccola statua raffigurante la Madonna col Bambino a seguito di un morso di serpente subito dall’uomo.

La statua si materializzo proprio fra i rami di un albero di frassino.

Successivamente all’accadimento, venne appunto realizzata una prima cappella nel 1510 affidata poi ai Frati Francescani Minori.

Da lì a breve cominciò a diffondersi un esteso culto che coinvolse un numero sempre crescente di fedeli, anche particolarmente noti come Isabella d’Este che presso il Santuario della Madonna del Frassino pregò per la guarigione del marito Francesco II Gonzaga.

La piccola cappella venne ampliata a partire dal 1515 divenendo quindi il Santuario che oggi conosciamo, ricco anche di opere d’arte di sicuro valore.

Dopo una parentesi durante la quale il Santuario della Madonna del Frassino venne utilizzato a scopi civili e militari, riaprì nel 1860: l’incoronazione della statua della Madonna del Frassino avvenne nel 1930.

Fortezza Veneziana UNESCO

Fortezza Veneziana
Fortezza Veneziana

Come accennavamo all’inizio, volendo suggerirti cosa vedere a Peschiera del Garda in un giorno non potrai escludere la Fortezza Veneziana già Patrimonio dell’UNESCO.

L’attenzione che merita questo luogo iconico di Peschiera del Garda è decisamente fondamentale.

Parliamo di una fortificazione a pianta pentagonale con un bastione posizionato ad ogni vertice della struttura, disposta sulle acque del fiume Mincio, tra gli emissari del Lago di Garda: si può raggiungere la Fortezza sia in barca che a piedi.

Molto indicato è il tour da realizzare in barca. In circa mezzora potrai apprezzare un complesso particolarmente suggestivo che permette di apprezzare le maestose mura.

Queste, realizzate dalla Repubblica di Venezia per controllare e difendere i territori e le rotte commerciali, è parte di un sistema difensivo che coinvolge anche Bergamo e Cipro.

Le mura di difesa, e tutta l’architettura della Fortezza, furono realizzate tra il XV e il XVII secolo. Successivamente, con l’arrivo della Serenissima, le fortificazioni vennero rinnovate e nel 1549 venne avviata la costruzione di una nuova fortezza con nuovi terrapieni e bastioni e con l’apertura di Porta Brescia e Porta Verona.

Nel 1800 gli Austriaci aggiunsero forti e caserme, incrementandone il profilo strettamente militare del complesso.

Ponte dei Voltoni

Un gioiello architettonico da inserire nell’itinerario di cosa vedere a Peschiera del Garda in un giorno è sicuramente rappresentato dal Ponte dei Voltoni.

Ci si arriva procedendo a piedi dalla centralissima Piazza D’Armi: il Ponte dei Voltoni è affacciato sul Canale di Mezzo ed è caratterizzato da splendidi archi in cotto, approdo e sosta delle imbarcazioni dei pescatori di Peschiera del Garda.

D’altronde il Ponte dei Voltoni è uno dei simboli più importanti di Peschiera del Garda: le sue cinque arcate in cotto sono alla base del progetto architettonico messo in pratica nel 1556.

Salire sulle sue scalette di mezzo permette di ammirare l’isolotto, la rigogliosa vegetazione e l’immancabile panorama a perdita d’occhio sul Lago di Garda.

A dirigere i lavori di costruzione fu il provveditore veneto, Iacobo Gauro, che fu a capo della realizzazione subito dopo quella della Fortezza.

Un tempo, all’uscita del Ponte dei Voltoni, si trovava la stazione di pesca fissa del Pescarezzo. Si trattava di strutture caratteristiche di Peschiera del Garda già citate da Plinio il Vecchio in epoca romana.

Attraversando il Ponte, vero simbolo di Peschiera del Garda, si raggiunge anche l’ex quartiere militare asburgico.

Giro del centro storico a piedi

Un consiglio decisamente valido se stai pensando a cosa vedere a Peschiera del Garda in un giorno è quello legato alla possibilità di mettere da parte l’auto e dedicarti alla cittadina tramite un giro del bellissimo centro storico, da effettuare esclusivamente a piedi.

Prima di avventurarti alla scoperta di tutto quello che offre Peschiera, il consiglio numero uno rimane proprio quello di non perderti le bellezze uniche del centro storico cittadino: attraversandolo a piedi riuscirai a scoprire i colori, le luci e i profumi di un centro che pullula di vita vera.

Fra i vicoli e i bastioni del centro storico di Peschiera del Garda trovano posto piccoli negozi, ristoranti unici e palazzi storici da apprezzare in un susseguirsi di piazze e chiese.

Devi sapere che il centro storico di Peschiera del Garda è caratterizzato da due isolotti collegati da ponti che permettono di mantenere la bella caratteristica di un luogo comunque raccolto.

Tra le attrazioni più suggestive da ammirare nel centro storico di Peschiera c’è il Ponte Pedonale che attraversa il canale posto all’esterno della maestosa Fortezza, della quale potrai apprezzare anche la interessante Porta Brescia.

Porta Verona

Porta Verona
Porta Verona

L’itinerario di cosa vedere a Peschiera del Garda in un giorno può proseguire in uscita dalla Caserma di Artiglieria e provenendo dal Bastione San Marco che lungo la strada conduce dritta a Porta Verona.

Percorrendo la strada e dirigendosi verso la maestosa Porta, potrai ammirare la bella effige con l’iconico Leone di San Marco installata nell’aprile del 2019 (dopo che l’originale era stato distrutto dalle truppe napoleoniche all’indomani del Trattato di Campoformio del 1797) nell’occasione di un conservativo restauro di quella che era l’antica porta di ingresso alla città fortezza.

La maestosa Porta Verona possiede anche un ammonimento piuttosto interessante da tenere in considerazione, sulla trabeazione c’è scritto: Disce haec moneat praecelsa leonis imago ne stimvles veneti cev leo in hoste vigent che significa “Che tu sappia questa eccelsa immagine del leone ti dissuada dal provocare i veneti poiché questi contro il nemico hanno il vigore del leone”. Occhio!

La Porta Verona oggi si presenta praticamente identica alla struttura inaugurata nel 1551. Al di là della Porta, dal lato opposto a quello che ti abbiamo consigliato, trovano posto i giardini del Parco Catullo e la Caserma Francesco Primo.

Dove parcheggiare a Riviera del Garda

Al termine di questo itinerario su cosa vedere a Peschiera del Garda in un giorno, la cosa che rimane è un piccolo consiglio se arrivi in macchina. Dove è possibile parcheggiare l’auto?

Nei giorni in cui Peschiera del Garda risulta più affollata di turisti, spesso trovare un posto libero da utilizzare come parcheggio per la tua auto e dedicarti alla visita di Peschiera del Garda potrebbe risultare più difficile del previsto: questo bisogna metterlo in conto.

Dopo essere giunti in auto tramite l’Autostrada A4, uscendo al casello di Peschiera del Garda, nei giorni di minore afflusso potranno tornarti utili i parcheggi liberi e gratuiti di Mandracchio (da 200 posti auto, ma escluso per i camper) e del Campo Sportivo che può ospitare fino a 300 auto senza limiti di tempo. Molteplici sono poi i parcheggi a pagamento a disposizione: serve esclusivamente un po’ di pazienza.

Altri utenti hanno letto anche

I più cliccati

Gli articoli più letti e ritenuti più interessanti dai nostri lettori