Rodi e Santorini, il colosso e i minoici: vacanza nel mito

santorini-grecia
Santorini

Tra le tante isole greche è difficile scegliere quali visitare, visto che ognuna ha più di un perché per attirare i visitatori, ma certo scegliere di accoppiare Rodi e Santorini significa puntare su una vacanza più di esplorazione e conoscenza che su una di mero relax. Noi di HostelBookers vi vogliamo proporre qualche meta imprescindibile di queste due isole.

RODI

Partiamo dalla prima, e con qualche informazione necessaria per trovare degli ostelli a Rodi (e naturalmente anche per gli ostelli a Santorini). La più orientale delle isole del Dodecanneso, a meno di venti km dalla Turchia, Rodi è celebre perché nell’Età Antica ospitava il Colosso, una delle Sette Meraviglie del mondo. Più in qua nel tempo, la città Medioevale è invece da anni patrimonio dell’Unesco, e tra le attrazioni moderne, va segnalato il Water Park, a Faliraki, il parco acquatico più grande d’Europa. E’ proprio la Città Medioevale la chicca che va assolutamente visitata.

Risale, come impianto, al periodo in cui la città era governata dai Cavalieri Ospedalieri, che la edificarono come modello ideale di città europea. Si sviluppa attorno al Castello, che conteneva il famoso Ospedale (oggi Museo Archeologico), l’armeria e il Palazzo del Gran Maestro. Dopo la città di Rodi, il luogo più visitato dell’isola è il villaggio di Lindos, famoso per le decoratissime Case dei Capitani, e il Castello dei Cavalieri, nonché per la splendida Acropolis che la sovrasta, dominata dal tempio e dal santuario di Minerva Lindia.

Non pensiate che non ci siano spiagge degne di nota, a Rodi, tutt’altro: proprio a Lindos c’è la meravigliosa spiaggia di Agios Pavlos. Nel centro dell’isola si trova poi quella sabbiosa di Tsambika, mentre quella della penisola di Prassonissi è celebre per essere il paradiso dei surfisti. Tenete presente che la costa Ovest è quella meno battuta, per la presenza del forte vento estivo chiamato Meltemi, mentre quella orientale è più protetta.

SANTORINI

Spostiamoci ora proprio un po’ più a Ovest, e raggiungiamo Santorini. Isola maggiore delle Cicladi,  di origine vulcanica e celebre anche per il famoso Vin Santo, non ha l’allure trasgressivo di Mykonos, ma offre spiagge e attrattive altrettanto affascinanti.

La peculiarità principale di Santorini sta nella sua natura e nella sua misteriosa storia. E’ la sede dei più importanti siti archeologici relativi alla civiltà minoica, che secondo Platone coinciderebbe con quella atlantidea. Una tappa da non perdere è allora Akrotiri, dove nel 1967 sono stati rinvenuti i resti di una antica città minoica, tra cui un affresco raffigurante una lussureggiante isola molto simile alla descrizione che proprio Platone fece di Atlantide.

Un’altra escursione imperdibile è quella alla Caldera del vulcano. Partendo dal vecchio porto, non fatevi scappare il “big boat trip”, che permette di navigare da un’estremità all’altra del bacino di Santorini, con soste al Faro, a Thirassia, Palea, Nea Kameni e proprio a Vulcano, dove si può fare un tuffo negli Hot Springs: si tratta di zone di mare a temperatura elevata, vicine a sorgenti di acqua sulfurea. Se a questo punto però volete anche farvi una passeggiata per qualche souvenir, è Oia il centro che regala più soddisfazione, con le sue viuzze costellate di botteghe dedite alla lavorazione di argento e oro, e con la sua Rocca, dove terminare la passeggiata in uno dei tanti bar affacciati sulla terrazza, che regala una vista impagabile al tramonto.

santorini-vacanza-grecia

Vi abbiamo convinti, dunque, con Rodi e Santorini? Che aspettate a partire? Buona vacanza!