Itinerario in Mountain Bike per Ibiza

Ami andare in Mountain Bike? Ecco gli itinerari da fare a Ibiza in bici.

Ibiza in mountain bike
Ibiza in mountain bike

Uno dei modi per scoprire Ibiza, meravigliosa isola del Mediterraneo, è pianificare degli itinerari in bicicletta.

Si può dividere l’isola in tre zone e scoprire così praticamente tutto quello che ha da offrire.

Costa Ovest di Ibiza

Disegnando un itinerario circolare nella parte ovest dell’isola, possiamo in poco più di una trentina di chilometri ammirare una parte costiera naturale magnifica e anche alcuni luoghi di interesse culturale.

Il punto di partenza è Sant Antoni e più precisamente il suo lungomare, preso in direzione di Port d’es Torrent, il che ci permette anche un passaggio vicino al suo porto.

Arrivati a Port d’es Torrent continuiamo verso Sant Agustì, lasciado la costa e dirigendoci verso l’interno dove il paesaggio è decisamente differente; non bisogna dimenticare una visita alla bianca chiesa di Sant Agustì, che permette anche di un attimo di riposo.

Saliamo poi verso Puig de Frare, punto più alto di questo itinerario (215m), dopo il quale inizia la discesa verso cala Tarida.

Da qui in avanti si percorre un tratto di costa ricco di piccole calle e spiagge, dove potersi fermare per un bagno rinfrescante e rinvigorente. Il sentiero continua così fino a Torre d’en Rovira, antica costruzione difensica contro le escursioni dei pirati.

L’ultimo pezzo, che ci riporta al punto di partenza, corre parallelo alla costa, in alcuni tratti passando anche attraversando piccoli centri urbani, ma regalandoci la vista di una delle più belle spiagge ibizenche: Cala Bassa.

Le Saline

Sempre circolare, questo itinerario ci permette di scoprire le diverse sfaccettature di Ibiza. Ê il sentiero più lungo, ma più facile dei tre proposti.

Il punto di partenza e di arrivo è il porto di Ibiza, dal quale ci dirigiamo prima verso l’antica necropoli punica di Puig des Molins e poi verso Figueretes e la famosa playa d’en Bossa che percorriamo fino alla fine.

Si continua poi per Sal Rosa e le Ses Salines dove, se si ha fortuna, si possono ammirare i fenicotteri rosa e tutte le meraviglie del parco naturale.

Dopo la zona delle saline, si punta alla spiaggia Es Cavallet e, dopo averla percorsa tutta, al torre difensiva Ses Portes, da cui si possono fare fantastiche foto all’isola di Formentera.

Da qui si costeggia la spiaggia Ses Salines e poi si torna sulla strada normale verso Ibiza passando per Cap d’es Falcò.

Seguendo paralleli alla spiaggia in direzione dell’aereoporto si ritorna alla strada iniziale e quindi facilmente alla città di Ibiza.

Valle di Santa Agnès

Questo ultimo itinerario consta di soli 19 chilometri, ma la difficoltà è un po’ più elevata rispetto ai due precedenti.

Si parte dalla piazza della chiesa del paese di Santa Agnès, si costeggia il cimitero e si raggiunge la strada che unisce questo paese a Santa Gertrudis.

Si prosegue sull’asfalto fino a che si incontrano le indicazioni per Es Broll, una bellissima valle che merita almeno uno stop.

Il sentiero continua poi verso la località de Sant Mateu, passando per zone boschive e collinare, che ci permettono di respirare aria fresca. Si arriva quindi a Sant Mateu e facilmente si raggiunge la piazza della chiesa.

Si prosegue poi per Cala Aubarca attraverso una strada costeggiata da vigneti, che si raggiunge dopo una doverosa fermata al bellissimo belvedere sulla caletta stessa.

Si ritorna poi verso la strada, si gira a destra e si raggiunge un ristorante nel cui parcheggio inizia la parte più dura di questo sentiero. Si sale infatti verso Camp Vell, una delle cime più alte dell’isola con i suoi 401m di dislivello sul mare.

La fatica verrà ampliamente ripagata dalla meravigliosa vista sull’isola di Ibiza e su Formentera all’orizzonte.

Anche la discesa da questa cima non è da sottovalutare, con pezzi accidentati e dislivelli pronunciati, anche se poi ci riporta al punto di partenza e quindi alla fine di questo itineraio.

Prima di arrivare però, mon si deve dimenticare di fermarsi al belvedere che da su Cala d’en Sardinia, un’ultima vista panoramica prima del meritato riposo.