La Coruña: tra le più belle città della Galizia

Tra le più belle città della Galizia, La Coruña accoglie i visitatori con splendidi panorami di mare è una città portuale su un promontorio nella Spagna nord-occidentale. È nota per il faro romano, la Torre di Hércules.

La Coruña

La Coruña (in galiziano A Coruña) è il capoluogo di una delle quattro province della Comunità Autonoma della Galizia.

La città si trova sulla costa atlantica nell’estremo nord-ovest della Spagna, nelle Rias Altas.

Il centro storico si estende su una penisola unita alla terra ferma da uno stretto istmo, pertanto si distinguono un lato portuario che si affaccia verso la ria della Coruña  e un lato che si affaccia sul mare aperto verso la Baia dell’Orzan, dove si trovano le principali spiagge urbane come Riazor e Orzan.

Riazor – Foto A. Figueira

La ria (la ría è un tipo di costa che presenta una o più insenature nelle quali penetra il mare) di La Coruña, insieme alle rias di Betanzos, Ares e Ferrol forma il suggestivo Golfo Artabro così denominato per gli insediamenti, in epoca preromana, della tribù autoctona degli artabri.

La Coruña, un po’ di storia

Da quando le legioni di Giulio Cesare arrivarono nel 62 a.C., la Baia de La Coruña cominciò ad assumere una certa importanza.

Torre di Hercules

Nel II secolo d.C. infatti, per volere dell’imperatore Traiano fu costruito quello che oggi è il più antico faro funzionante al mondo, la bellissima Torre di Hercules. Dichiarata dall’UNESCO Patrimonio dell’Umanità, è l’ indiscusso emblema della città da cui si gode il bel panorama del Golfo Artabro.

Il faro fu oggetto nel corso dei secoli di alcune ristrutturazioni, l’ultima delle quali risale al 1791 ad opera dell’architetto Giannini.

Con la caduta dell’Impero Romano, la città cadde sotto il dominio degli Svevi, successivamente sotto quello dei Visigoti, mentre la conquista araba della Penisola Iberica non coinvolse quasi la regione, infatti in poco meno di un secolo la città fu annessa al regno cristiano delle Asturie.

Tuttavia tra il IX e il X secolo per via dei continui attacchi vichinghi la città si spopolò drasticamente fino a quando, nel 1208 il re di Leon Alfonso IX  la rifondò facendo trasferire gli abitanti che si erano rifugiati nell’entroterra, nell’attuale centro storico di La Coruña.

Quando, il suo erede, Alfonso X, concedette alla città l’esclusiva del traffico del sale la città conobbe una vera e propria rinascita economica. Tra i secoli XVII e XVIII la città cominciò un processo di declino dovuto principalmente al continuo reclutamento della popolazione e all’aumento delle tasse per via delle interminabili guerre intraprese in quell’epoca dalla Spagna.

Nel XX secolo ci fu un incremento demografico ed economico senza precedenti con relativo aumento della rete di affari e servizi.

Con la fine della dittatura si approvò lo statuto di Galizia, La Coruña perse il titolo di capoluogo della Regione che passò a Santiago di Compostela.

Cosa vedere a La Coruña

Vista de La Coruña

Sono molte le cose da vedere a La Coruña oltre alla famosa e bellissima Torre di Hercules.

Innanzitutto il Castello di Sant’Antonio (Castillo de San Antón), situato nell’area portuaria. Fu costruito nel 1587 col proposito di difendere la città dagli attacchi provenienti dal mare; determinante fu infatti il suo contributo alla vittoria contro l’armata inglese capitanata da Francis Drake, nel 1589.

Castillo de San Antón – Foto F. Abánades

Passando dalla Porta Reale ci inoltriamo nel centro storico, situato nella penisola di La Coruña dove numerosi sono gli esempi di architettura romanica; spicca tra tutti la chiesa di Santiago, è la più antica della città, fu costruita nel XIII secolo e successivamente ampliata tra il XIV e il XV.

Poco distante, nella parte alta del borgo vecchio troviamo la bellissima chiesa di santa Maria del Campo, edificata a cavallo del XII e XIII secolo in stile tardo romanico che ospita il Museo di Arte Sacra.

In stile barocco sono, invece, le chiese di San Nicolas e San Jorge, entrambe vicino al Municipio che si trova nella piazza di Maria Pita. Altro luogo di rilievo è il Giardino di San Carlos, racchiuso dalle mura della fortezza di San Carlos e conosciuto anche come Fortaleza Vieja, al suo interno ospita l’Archivio del Regno di Galizia.

Da non perdere la passeggiata sull’Avenida de la Marina, davanti al porto, per ammirare le caratteristiche case con verande in legno, dipinte di bianco con  grandi vetrate (XIX sec); questa caratteristica è valsa alla città l’appellativo di Città di Vetro.

Le principali spiagge urbane sono a parte le già menzionate Playa de Riazor e Playa del Orzan, la Playa de las Lapas, la Playa de San Amaro e quella de Oza.

Playa de las Lapas

La cucina de La Coruña comprende ottimi piatti a base di pesce quali la caldeirada (stufato di rana pescatrice), il merluzzo alla galiziana con cipolla, aglio e carote oppure tra i piatti a base di carne il più tipico è il lacon con grelos a base di prosciutto cotto affumicato e radicchio.

Il dolce tipico è la squisita torta di Santiago a base di mandorle e cannella.