Cosa vedere a New York: 12 cose da visitare assolutamente

Cosa vedere a New York? Se ti stai ponendo questa domanda qui sei nella pagina giusta, ecco le 12 cose da vedere a New York, assolutamente, soprattutto se è la tua prima volta.

Cosa vedere a New York
Cosa vedere a New York

Cosa vedere a New York? Sicuramente sarà stata questa la tua domanda ora che stai pensando a come organizzare nel migliore dei modi l’itinerario del tuo prossimo viaggio proprio a New York.

Di certo le cose da vedere a New York sono veramente tantissime, non c’è dubbio, quindi fare una scelta precisa non è mai facile.

Tuttavia abbiamo selezionato le 12 cose che devi assolutamente vedere a New York.

Inevitabilmente abbiamo dovuto scartare qualcosa ma non rimarrai assolutamente deluso.

Sicuramente potrai utilizzare questa guida su cosa vedere a New York come un ottimo punto di partenza per stilare un itinerario perfetto, partendo proprio dalle 12 cose da non perdere a New York.

P.S. Abbiamo già realizzato un articolo più generalista su cosa visitare a New York, ma qui andiamo sul dettaglio parlando in particolare dei monumenti e punti di interesse più importanti da vedere.

Partiamo!

1. Central Park

Central Park

Devi sapere che Central Park è un luogo così unico che anche se non amassi i parchi ne rimarrai lo stesso sorpreso.

Central Park rappresenta una vera e propria istituzione a New York, quindi rientra ovviamente tra quelle 12 cose da vedere a New York.

Si tratta di un parco decisamente enorme con i suoi 340 ettari di superficie verde all’interno di una delle metropoli più incredibili al mondo.

Central Park è un luogo di grande fascino perfetto per rilassarsi, ma gli abitanti del luogo lo adorano per la possibilità di praticare diverse attività all’aria aperta. Per la sua realizzazione sono serviti 16 anni e oggi conta più di 500.000 alberi.

Al suo interno però non mancano nemmeno alcuni laghi, colline e anche diverse aree gioco e piste di pattinaggio. È possibile persino ammirare diversi animali in cattività all’interno dello zoo.

Una volta entrato a Central Park potrai anche dimenticarti di essere a New York; tuttavia a ricordartelo ci pensano i grattacieli che ti riporteranno ben presto alla realtà.

Assolutamente da vedere la splendida terrazza panoramica, la Bethesda Terrace, gli Strawberry Fields e la statua di Christian Andersen.

Il Central Park si apprezza ancora di più nel weekend quando la circolazione dei veicoli viene vietata e si può fruire del parco nel migliore dei modi.

Se poi sei uno sportivo non potrai assolutamente rinunciare a praticare dell’ottimo jogging, non te ne pentirai.

♥ Leggi anche: Alla scoperta dei parchi naturali di New York City

2. High Line

High Line

Alla High Line vi si accede gratuitamente ogni giorno dalle 7.00 del mattino alle 19.00 della sera (nel periodo invernale, fino alle 22.00-23.00 in estate), si tratta di un luogo decisamente unico che citiamo nelle cose da visitare a New York.

Si tratta di un parco sopraelevato situato nel West Side di Manhattan, straordinario esempio di riciclo urbano.

Difatti la High Line attuale nasce dalle ceneri di una porzione di ferrovia sopraelevata da terra di ben 9 metri e poi chiusa nel 1980. La prima sezione del parco che da Gansevoort Street conduce a W20th Street venne aperta nel giugno del 2009 mentre nel 2011 e nel 2014 gli ultimi due tratti rimanenti.

La particolarità della High Line risiede nelle bellissime viste che si possono ammirare da questa posizione privilegiata, lungo tutti i 2.33 km di lunghezza complessivi, oltre agli edifici posti a pochissimi metri.

Ancora oggi si possono osservare tratti di binari originali dell’epoca. L’intera percorrenza impiega circa un’ora, anche se l’affollamento o il fatto di potersi fermare per scattare qualche foto potrebbero allungare le tempistiche.

La High Line è un vero e proprio paradiso, un giardino sospeso in mezzo ai grattacieli, un luogo verde di grande fascino. Da considerare assolutamente per apprezzare New York da una prospettiva del tutto inedita.

3. Memoriale per l’11 settembre

Memoriale per l’11 settembre

Cosa vedere a New York? Di certo lo struggente Memoriale per l’11 settembre, una di quelle cose da non perdere, un’esperienza particolarmente toccante.

Il Memoriale è posto proprio nello stesso luogo dove fino all’11 settembre 2001 sorgevano le torri gemelle.

Torri gemelle

Proprio di queste commemora le vittime e due vasche nere di enormi dimensioni, le Reflecting Pools, portano sulle loro pareti nere i nomi delle 2749 persone morte a causa dell’attentato.

Attorno alle due grandi vasche trovano posto più di 400 alberi di quercia che insieme al progetto del Memoriale conferiscono al luogo un messaggio di rinnovamento tenendo vivo il ricordo di chi ha persona la vita proprio lì.

La visita è ovviamente sempre gratuita ma oltre al Memoriale si può visitare anche il 9/11 Museum che conserva cimeli e oggetti risalenti proprio a quel giorno oltre alla possibilità di comprendere com’era New York prima dell’attentato e com’è ora.

Di certo il Memoriale per l’11 settembre rappresenta un vero e proprio luogo di emozioni, un luogo di pace e serenità che allontana per sempre il caos di quella giornata di terrore.

Le guide del Memoriale aiutano ti aiuteranno a scoprire il simbolismo che si nasconde dietro al disegno di questo luogo straordinario, una tappa assolutamente imperdibile per tenere vivo il ricordo.

4. Osservatorio Top of the Rock

Osservatorio Top of the Rock

L’osservatorio Top of the Rock trova posto all’interno dello splendido grattacielo della GE Building, non possiamo che inserirlo tra queste 12 cose da visitare a New York.

Si tratta di una costruzione alta ben 270 metri mentre l’osservatorio si sviluppa su tre piani con l’ultimo aperto, dotato di barriere trasparenti. Perfetto per ammirare un panorama straordinario a 360 gradi su New York e Central Park.

Devi sapere che il costo per salire fino all’osservatorio non è poi così elevato visto che per gli adulti si attesta a 36$ che diventano 34 per chi supera i 62 anni e 30 per i bambini da 6 a 12 anni. Una volta che avrai acquistato i biglietti potrai scegliere il tuo orario preferito per raggiungere il punto più alto del Top of the Rock.

L’osservatorio del Top of the Rock rimane aperto tutti i giorni dell’anno, compreso durante le maggiori festività, e apre dalle 8.00 fino alle 24.00.

Puoi acquistare i biglietti direttamente da qui

L’ultima possibilità di prendere l’ascensore è fissata alle 23.15, tuttavia durante la Vigilia di Natale e il 31 dicembre la chiusura è fissata alle 22.00 e alle 10.00 per quanto riguarda il primo gennaio.

Sebbene sia il momento più affollato della giornata, e quindi quello con la maggiore richiesta, il momento migliore per visitare l’osservatorio del Top of the Rock è sicuramente quello che anticipa il tramonto.

Tuttavia prenotando il giorno prima potrai essere sicuro di aggiudicarti questo momento così magico sul tetto di New York.

5. Empire State Building

Empire State Building

L’Empire State Building è forse uno dei più famosi edifici di New York, ed è ovviamente una delle cose da vedere a New York.

Parliamo di uno dei più noti simboli della metropoli e di certo non potrai rinunciarci. L’Empire State Building si riconosce subito all’interno dello splendido skyline della città, si tratta di uno dei grattacieli più alti al mondo, rimasto per molto tempo quello più alto.

Lo stile costruttivo è quello dell’Art Decò visto anche l’anno di inaugurazione della struttura aperta nel 1931. Da quel momento ad oggi sono davvero milioni i visitatori che si sono lasciati affascinare da questa costruzione unica e maestosa.

Bisogna anche dire che dall’Empire State Building si potrà godere di una vista straordinaria, quasi al pari di quella visibile dall’osservatorio del Top of Rock; difatti la struttura dispone di due piattaforme di osservazione, una all’86esimo piano e una al 102esimo piano.

Il primo si trova a 320 metri di altezza mentre il secondo ad un’altezza di 381 metri. Quest’ultimo si raggiunge pagando un sovrapprezzo.

Non farti scoraggiare dalle lunghissime code spesso presenti all’esterno della struttura, se invece non riuscirai proprio ad aspettare potrai decidere di recarti proprio al Top of Rock dal quale potrai anche ammirare lo spettacolare Empire State Building.

Tuttavia ti consigliamo di provare ad aspettare perché ne vale assolutamente la pena.

Si entra dalla 350 5th Ave ogni giorno dalle 8.00 alle 2.00 di notte, anche se l’ultimo ascensore è attivo fino all’1.15.

6. Ponte di Brooklyn

Ponte di Brooklyn

Lo splendido Ponte di Brooklyn è stato terminato nel 1883 e presenta una lunghezza complessiva di 2.36 chilometri.

Anche il Ponte di Brooklyn rappresenta un simbolo assoluto della città di New York e quindi lo inseriamo assolutamente tra le 12 cose da non perdere a New York.

La sua struttura serve a collegare proprio l’isola di Manhattan con il distretto di Brooklyn.

La sua struttura è decisamente imponente e tutti lo hanno visto almeno una volta nelle più note immagini della metropoli.

Tuttavia poterlo vedere dal vivo e attraversarlo è uno spettacolo veramente unico; per lungo tempo è stato il ponte sospeso più grande del mondo.

Si può ovviamente visitarlo sia a piedi che in bicicletta grazie ad una specifica passerella posta sopra alle corsie riservate al traffico veicolare. Percorrendolo da Manhattan lo si raggiunge a piedi passando da Centre Street mentre da Brooklyn si accede alla passerella da Tilary Street incrociando Adams Street.

Sempre da Brooklyn c’è un ulteriore accesso pedonale, dotato di scale, posto nel quartiere Dumbo.

Di certo la passeggiata lungo il Ponte di Brooklyn è uno spettacolo assolutamente unico visto che permette di osservare lo skyline di New York godendoselo fino in fondo sfruttando una visuale unica al mondo.

Si tratta di un’esperienza romantica e assolutamente indimenticabile soprattutto se praticata al tramonto. E soprattutto percorrendolo da Brooklyn verso Manhattan per non perdersi nemmeno un particolare dello skyline più desiderato del pianeta.

7. Statua della Libertà

Statua della Libertà

Non si può ovviamente escludere dalle 12 cose da non perdere a New York la famosissima Statua della Libertà. Ha rappresentato da sempre il vero simbolo di libertà per quelli che approdavano in America da immigrati mentre oggi è divenuta il simbolo della metropoli e di tutti gli Stati Uniti.

La sua posizione all’ingresso di New York, sopra un’isola, la pone in una situazione decisamente dominante sull’intera metropoli. La sua maestosa struttura è stata inaugurata nel 1886 e rappresenta un dono della Francia all’intero popolo americano, alla progettazione parteciparono Gustave Eiffel e Frédéric-Auguste Bartholdi.

La sua struttura è realizzata in acciaio ed è rivestita da circa 300 fogli di rame sagomati e poi uniti tra di loro. Il fuoco eterno della libertà è rappresentato dalla torcia dorata che la statua regge e pone verso l’alto.

Si può ovviamente visitare raggiungendola con appositi traghetti che partono con regolarità da Battery Park.

Il biglietto include anche l’accesso alla corona della Statua; tuttavia ti consigliamo di prenotare l’ingresso con molti mesi di anticipo tramite lo specifico sito web. Ovviamente risulta un’attrazione molto richiesta.

♥ Leggi anche: Visitare Ellis Island: ecco cosa devi sapere

Mentre ti trovi presso la Statua della Libertà potrai anche visitare Ellis Island, qui venivano praticati gli accertamenti medici e legali degli immigrati.

Ogni giorno arrivano qui circa 5.000 persone. Se invece non vorrai attendere la fila per visitare la Statua della Libertà allora il consiglio è quello di prendere il traghetto per Staten Island e osservala dall’esterno in un modo unico.

8. Grand Central Terminal

Grand Central Terminal

La stazione più famosa di tutta New York è sicuramente la bellissima Gran Central Terminal, una vera e propria icona della metropoli.

Parliamo di una costruzione del 1913 in pieno stile Beaux-Art ospitata all’interno di una struttura di 30×200 metri a Midtown Manhattan tra la 42th Avenue e Park Avenue.

La Grand Central Terminal rientra tra le cose da non perdere a New York ed oltre ad essere una normale stazione, che accoglie quindi viaggiatori e pendolari, risulta il luogo ideale per praticare un ottimo shopping e per vivere alcuni interessanti eventi visto che passano da qui mezzo milione di visitatori ogni giorno.

Bisogna anche dire che il Gran Central Terminal è il più grande terminal al mondo con 67 binari e 44 banchine.

Nonostante ciò risulta un luogo di grande eleganza, raffinato e chic. I treni infatti arrivano al livello inferiore.

Di certo la prima cosa che salta all’occhio quando si arriva qui è la maestosità della sua architettura caratterizzata da marmi, lampadari di gran pregio e decorazioni di ogni tipo; a cominciare dallo splendido orologio d’opale a 4 facce, una vera caratteristica di questa stazione.

Molto bello è anche il soffitto dell’atrio principale che riproduce al contrario una costellazione costituita da 2.500 stelle disposte in un cielo notturno. Pare che l’errore derivi da una mappa medioevale utilizzata a suo tempo come modello.

Secondo altri la disposizione delle stelle al contrario sarebbe invece voluta per dare la visione della volta come se fosse vista da Dio.

9. Broadway

Broadway
Broadway

Quella di recarsi a Broadway, possibilmente per seguire uno dei numerosi musical in programma, è probabilmente una delle più interessanti 12 cose da non perdere a New York.

Quella di Broadway è una strada della metropoli con una lunghezza nel complesso di circa 50 chilometri, di cui soltanto 23 si trovano all’interno della metropoli.

Di certo rappresenta una delle più antiche vie di comunicazione tra il nord e il sud della città; la denominazione, tradotta, significa proprio via larga e indica quindi una strada di assoluta importanza a New York e non solo. Oggi proprio il termine Broadway è divenuto il sinonimo principale del teatro ufficiale statunitense vista la grande concentrazione di teatri e cinema proprio in questa zona.

♥ Leggi anche: I migliori musical di Broadway

I teatri principali di Broadway sono collocati per la maggior parte nella zona di Times Square, conosciuta anche col nome di Theater District.

Tuttavia devi sapere che sono solamente due quelli che si affacciano realmente sulla Broadway.

Di seguito tutti i teatri di Broadway che potrai visitare ancora oggi:

  • Minskoff Theatre – Sito Web
  • Gershwin Theatre – Sito Web
  • Ambassador Theatre
  • August Wilson Theatre – Sito Web
  • Lunt-Fontanne Theatre
  • Majestic Theatre
  • Imperial Theatre
  • Winter Garden Theatre
  • Shubert Theatre
  • Stephen Sondheim Theatre
  • Neil Simon Theatre
  • Palace Theatre
  • Lyric Theatre
  • Al Hirscfeld Theater
  • New Amsterdam Theatre
  • Eugene O’Neill Theatre
  • Broadway Theatre
  • Marquis Theatre

10. Times Square

Times Square

No, non si può escludere proprio Times Square dalle cose da non perdere a New York.

Non si può tornare a casa da New York senza aver goduto dello spettacolo unico delle luci e dei colori di Times Square, la più celebre piazza della metropoli.

Times Square è un altro dei più noti simboli della città e si trova all’intersezione tra la Seventh Avenue e Broadway.

A dire il vero non si tratta di una vera e propria piazza ma di un’intersezione tra diverse strade; tuttavia si tratta di un luogo decisamente noto per via della modernità e del ritmo frenetico che sintetizza un po’ le principali caratteristiche della stessa New York.

È ovvio quindi passare proprio da qui per vivere queste emozioni tra luci e pazzeschi cartelloni pubblicitari.

A Times Square si festeggia ogni anno il nuovo anno che arriva, il San Valentino e il solstizio d’estate ma non è difficile nemmeno incrociare personaggi parecchio inusuali a cominciare dal Naked Cowboy che in slip suona la chitarra, una vera attrazione della piazza, immortalato in migliaia di scatti.

Sebbene l’atmosfera sia sempre festosa e decisamente unica, a Times Square è obbligatorio fermarsi nelle centinaia di negozi tra i quali quelli delle più note catene internazionali. Anche i luoghi dove mangiare qualcosa abbondano assolutamente.

11. The Museum of Modern Art (MoMA)

Moma

Il Museum of Modern Art, detto anche MoMA, rappresenta la massima espressione per la promozione dell’Arte Moderna nel mondo intero e proprio per questo viene riconosciuto come uno dei musei più importanti al mondo.

Per questo motivo non potrai assolutamente perdertelo e rientra tra quelle 12 cose da vedere a New York.

All’interno del MoMA di New York è possibile stabilire uno splendido contatto con grandi pezzi di Arte Moderna e Contemporanea che spazia anche dall’architettura alla fotografia con cenni di design e arte multimediale.

Tuttavia si trovano qui alcuni dipinti di grandissimo valore come Il Ponte Giapponese di Monet, Le Demoiselles d’Avignon di Picasso o La Notte Stellata di Van Gogh oltre che La Città che Sale di Boccioni.

L’ingresso è ovviamente a pagamento e il prezzo del biglietto per gli adulti è di 21 euro che diventano 15 euro per chi ha un’età maggiore di 65 anni.

Entrano gratis i ragazzi che hanno fino a 16 anni anche se l’ingresso rimane gratuito ogni venerdì dalle 16.00 alle 20.00 e in questo caso l’affluenza è massima.

Inoltre apre ogni giorno dalle 10.30 alle 17.30 mentre il venerdì chiude alle 20.00; rimane chiuso soltanto a Natale e nel Giorno del Ringraziamento.

All’interno del MoMA c’è anche un interessante Design and Book Store. Apre dal sabato al giovedì dalle 9.30 alle 18.30 e il venerdì dalle 9.30 alle 21.00. si trovano qui riproduzioni di opere d’arte, più di 2.000 titoli di libri e oggetti unici del MoMA.

♥ Sito Ufficiale: moma.org

12. One World Observatory

One World Observatory

Concludiamo questo itinerario su cosa vedere a New York e soprattutto su quelle 12 cose da non perdere a New York col One World Trade Center e il suo osservatorio, il grattacielo più alto della metropoli ben 1776 (circa 541 metri) piedi come l’anno della dichiarazione dell’Indipendenza Americana.

Lo trovi a pochi passi dal Memoriale per l’11 settembre ed è anche soprannominato Freedom Tower.

Il One World Trade Center ha preso inoltre il posto delle due torri gemelle abbattute l’11 settembre 2001.

Si tratta di uno dei 3 osservatori di New York, assieme ovviamente ai già citati Top of The Rock e Empire State Building.

Ti consigliamo sempre di acquistare i biglietti per accedere in anticipo, il costo è di circa 28 euro per gli adulti e 23 euro per i bambini da 6 a 12 anni.

Acquista i biglietti da qui

Entrano gratis invece i bambini di età inferiore ai 5 anni. Con questi biglietti si potrà accedere ai piani 100, 101 e 102, i tre piani dell’osservatorio dai quali vedere New York all’interno di una visuale decisamente incredibile.

Se le vertigini non sono un problema potrai anche accedere allo Sky Portal che permette di ottenere una vista straordinaria sulle strade della metropoli sottostante.

Il consiglio è quello di visitarlo in una splendida giornata di sole per avere una visione panoramica di grande rilievo.

In conclusione su cosa vedere a New York

Possiamo quindi concludere adesso questo itinerario delle 12 cose da non perdere a New York dicendo che sebbene possa essere un numero riduttivo, abbiamo cercato di racchiudere in queste 12 tappe alcune delle più interessanti attrazioni della metropoli di cui non si può fare proprio a meno.

Ora potrai avere un punto di partenza per vivere nel migliore dei modi la tua prossima vacanza nella più interessante città degli Stati Uniti d’America.

♥ Leggi anche: 10 posti da vedere almeno una volta nella vita