Cosa vedere sul Lago di Garda: quello da non perdere!

Cosa vedere al Lago di Garda? Ecco una lista di zone, attrazioni con tanto di foto e video su cosa vedere nel più grande lago italiano

Provare a comprendere cosa vedere sul Lago di Garda, vista la vastità degli elementi a disposizione, non è così semplice.

Ma di certo possiamo focalizzarci su un set di località attrazioni straordinarie che effettivamente possiamo vedere sul Lago di Garda, in accordo ad esempio con i 25 paesi che si affacciano su di esso collegati dalla Gardesana e raggiungibili tranquillamente in autostrada.

D’altronde il Lago di Garda rappresenta una delle mete turistiche più gettonate del nostro Paese, un luogo magico sotto molti punti di vista. Parliamo pur sempre del bacino acquatico più ampio d’Italia per estensione, i cui confini riescono a bagnare ben tre regioni differenti: Lombardia, Veneto e anche Trentino Alto Adige.

Non è un caso che proprio il Lago di Garda sia stato in grado di fornire ispirazione e cura a tanti artisti e scrittori provenienti da ogni parte del mondo.

Cosa vedere a quando andare

Col suo clima particolarmente mite tutto l’anno, i mesi estivi più caldi e gli inverni caratterizzati da precipitazioni non abbondanti lo rendono una meta perfetta in ogni fase dell’anno.

Come probabilmente immagini l’elenco sarebbe lungo ma abbiamo fatto una accurata selezione ed ecco allora cosa vedere sul Lago di Garda che assolutamente non ti puoi perdere.

Limone sul Garda: famosa per le limonaie, l’olio d’oliva, e per la longevità di alcuni suoi abitanti

Limone sul Garda
Limone sul Garda

Senza alcun dubbio si può facilmente ammettere che quando si pensa a cosa vedere sul Lago di Garda, una perla assoluta è rappresentata dall’iconico borgo di Limone sul Garda in provincia di Brescia.

Posizionato sulla sponda occidentale del lago, il borgo rappresenta uno dei paesi più antichi ancora oggi visitabili fra quelli disposti sul Lago di Garda.

Appaiono incerte le origini del suo nome, sebbene la denominazione latina limes (che significa confine) appare quella più accreditata visto che il borgo si trova proprio al confine fra due regioni. In ogni caso, dici Limone sul Garda e pensi in un attimo proprio agli agrumi e alle limonaie che dominano terrazzamenti e terre di un luogo fiabesco per definizione.

Limone sul Garda è infatti fortemente apprezzato per la coltivazione degli agrumi (non solo limoni!) che sono gli assoluti protagonisti delle limonaie accarezzate dalla brezza del lago e da un microclima difficilmente ottenibile altrove.

Tra le limonaie più note, e oggi tranquillamente visitabili, troviamo la Limonaia del Castel, la Limonaia del Tesol e quella di Villa Boghi.

Irrinunciabile una visita al caratteristico borgo antico e alle piccole chiesette di San Benedetto e San Rocco.

Si possono poi apprezzare anche diversi musei, su tutti quello dei pescatori dedicato proprio ad un’attività fondante nel passato del piccolo borgo affacciato sul Lago di Garda.

♥ Vuoi sapere altri dettagli e curiosità su Limone sul Garda? Clicca qui

Riva del Garda, la città con il porto sul lago più grande d’Italia

Riva del Garda
Riva del Garda

Nella gestione del tracciato che ti condurrà a cosa vedere sul Lago di Garda, non si può fare a meno di apprezzare Riva del Garda.

Stavolta ci troviamo in Trentino visto che si tratta pur sempre di una delle località disposte più a nord fra quelle che si affacciano sul Lago di Garda.

Il fascino che la conformazione del Lago che si restringe riesce a regalare a Riva del Garda è assai unico, grazie alle alte pareti rocciose del Monte Rocchetta che contribuiscono ad alimentare di bellezza il paesaggio.

Devi sapere che a Riva del Garda il paesaggio riflette le volontà naturalistiche delle insistenti dolomiti e dell’acqua sempre più fredda e blu: apprezzabilissimo il silenzio ottenuto dal divieto applicato alla navigazione a motore.

Una caratteristica fondamentale del luogo è dovuta all’importante centro storico che chiarisce le desinenze di un passato medievale lontano, ma ancora presente.

Il centro di Riva del Garda è tutto concentrato in Piazza 3 Novembre dove trova posto al Torre Apponale che rappresenta il monumento più importante della cittadina.

Accanto a questi troviamo anche il Palazzo Comunale e il Palazzo Pretorio: tutte costruzioni risalenti al periodo medievale o rinascimentale.

Il fascino unico che si respira a Riva del Garda permette di inserire la cittadina fra le prerogative di chi sta cercando cosa vedere sul Lago di Garda: non rinunciare nemmeno alla chiesa barocca dell’Inviolata.

Cascata del Varone, una delle cascate più singolari del Trentino

Cascata del Varone
Cascata del Varone

Nella gestione di un itinerario utile a comprendere cosa vedere sul Lago di Garda, nei pressi dell’appena citato Riva del Garda non ti puoi perdere le splendide Cascate del Varone.

La visita alle Cascate del Varone può essere messa in pratica da diversi punti di osservazione utili ad ammirare al meglio le scenografie naturali del luogo.

Tramite la Grotta Inferiore si può disporre di un punto di vista privilegiato, dal basso, in direzione della cascata nella sua fase finale.

L’ulteriore punto di osservazione è invece dedicato alla Grotta Superiore che permette di osservare la Cascata del Varone al massimo della sua caduta.

Le grotte e la cascata si trovano all’interno di un parco naturale privato con le prime infrastrutture che vennero realizzate a partire dal 1874.

La bellissima Cascata del Varone si può quindi apprezzare tramite sentieri e ponticelli dedicati: pensa che l’ingresso della cascata venne progettato dall’architetto Maroni all’inizio del 1900, lo stesso che progettò anche il Vittoriale di Gabriele D’Annunzio a Gardone.

Le cascate sono aperte praticamente tutto l’anno con orari di accesso che variano dalle 9.00 alle 10.00, fino alle 17.00, in base al periodo dell’anno.

P.S. Il Parco Grotta Cascata Varone si trova nel comune di Tenno, a circa 3 chilometri da Riva del Garda sulla statale 421 in direzione Ponte Arche.

Il Castello di Sirmione, uno fra i più completi e meglio conservati castelli d’Italia

Castello di Sirmione
Castello di Sirmione

Cosa vedere sul Lago di Garda, se non lo splendido Castello di Sirmione?

La costruzione scaligera di Sirmione risale circa al 1250 e rappresenta probabilmente uno dei meglio conservati castelli del nostro Paese.

Ancora oggi si può infatti visitare nella sua interezza, apprezzatissimo per la sua struttura imponente caratterizzata da due torri merlate e da una darsena perfettamente funzionante.

Parliamo di una costruzione fortificata affacciata direttamente sul Lago di Garda, accessibile mediante un imponente ponte levatoio. Se avrai voglia di salire 146 gradini, potrai raggiungere i camminamenti di ronda per avere una visuale senza distrazioni sul territorio che circonda il Castello di Sirmione.

Bisogna anche dire che nell’ottica di realizzare una visita presso il centro storico di Sirmione, l’unica possibilità di accesso offerta alla cittadina è proprio quella da mettere in pratica mediante il Castello che rappresenta anche di una delle rare strutture difensive lacustri presenti ancora oggi in Italia.

Attorno al Castello di Sirmione aleggia ancora oggi la leggenda di Ebengardo e dell’amata Arice: una notte un cavaliere chiese ospitalità all’interno del Castello, ma rimasto folgorato dalle grazie di Arice si presentò presso la camera di quest’ultima che rifiutandolo rimase vittima del suo pugnale, Ebengardo allora uccise il rivale e da quel momento durante le notti più buie il Castello è interessato dal suo spirito.

P.S. E’ possibile prenotare il biglietto per visitare il Castello dal sito: ticket.midaticket.it/garda

Le Grotte di Catullo a Sirmione, i resti di una delle maggiori ville residenziali dell’Italia settentrionale

Le Grotte di Catullo a Sirmione
Le Grotte di Catullo a Sirmione

Le Grotte di Catullo, a Sirmione, rappresentano un’altra prerogativa da inserire nell’elenco di cosa vedere sul Lago di Garda.

Parliamo di una sfarzosa domus romana risalente al I secolo d.C. del quale si ebbe contezza a partire da alcuni scavi praticati nel Quattrocento. Le Grotte di Catullo vengono considerate come l’esempio più interessante della Villa Romana nel territorio dell’Italia Settentrionale.

Il riferimento al poeta Catullo, veronese, risale sempre all’epoca dei primi scavi sebbene non esistano riferimenti certi sull’appartenenze della villa romana a quest’ultimo.

Decisamente interessante è il contesto nel quale la villa insiste, ovvero una penisola dominata completamente che si inserisce nel Lago di Garda per un’estensione di circa 2 ettari.

In origine la villa disponeva di tre piani e ampie terrazze panoramiche in grado di affacciarsi da entrambi i lati del Lago.

Essendo Sirmione ancora oggi una località termale di assoluta eccellenza, anche presso la villa delle Grotte di Catullo insisteva un raffinato impianto termale in accordo con un’ampia cisterna sotterranea utile a raccogliere le acque.

Oggi la villa si può visitare, così come il museo archeologico che ospita e l’esteso uliveto da oltre 1.500 piante di ulivo che producono olio di grande carattere.

Isola del Garda, un luogo di rara bellezza, ricco di storia e suggestioni paesaggistiche

Isola del Garda
Isola del Garda

Conosciuta anche con la denominazione di Isola Borghese, l’Isola del Garda fa parte di quelle cose da vedere sul Lago di Garda.

D’altronde parliamo della più grande fra le 5 isole disposte all’interno dello specchio del Lago, posta a circa 200 metri dalla costa in territorio di San Felice del Benaco.

Di proprietà dei conti Cavazza, si raggiunge in battello che permette di visitare anche la sfarzosa Villa Ferrari realizzata in Stile Neogotico Veneziano: unica nel suo genere sul Lago.

Ammirabile la storia che caratteristica l’Isola del Garda. Sono state ritrovate infatti tracce di permanenza nel luogo già in epoca romana. Le testimonianze arrivano da lapidi e resti di templi votivi: prima di diventare un centro ecclesiastico, per volere di San Francesco di Assisi che volle qui la realizzazione di un eremo, era anche preda dei pirati.

Isola del Garda vista dal drone

Sono passati da qui Dante Alighieri, Adelaide Malanotte (interprete delle opere di Rossini) e Sant’Antonio da Padova.

Per raggiungerla si parte da Gardone Riviera, nei pressi dell’Hotel Savoy e tramite battello si ha diritto alla visita guidata a parte della Villa, ad un drink di benvenuto e alla bella visita dei giardini.

P.S. Il costo per la visita dell’isola parte da circa 30€ ai circa 40€ è possibile prenotare la visita guidata da qui: isoladelgarda.com/visite-guidate

Gardaland, il 6° parco europeo per numero di visitatori

Forse non ti saresti aspettato che fra attrazioni storiche e paesaggistiche su cosa vedere sul Lago di Garda avresti trovato anche un iconico parco tematico perfetto praticamente per tutto: Gardaland.

Si, il Lago di Garda ormai da parecchio tempo è anche questo e propone infatti molteplici parchi a tema dedicati.

A Gardaland avrai l’imbarazzo della scelta, visto che parliamo pur sempre del più grande parco a tema d’Italia con oltre 35 attrazioni a disposizione che peraltro si arricchiscono di anno in anno.

Gardaland ha sede a Castelnuovo del Garda, in provincia di Verona, inaugurato già nel luglio del 1975 grazie ad un’intuizione di Livio Furini dopo aver visto il parco Disneyland della California.

Negli anni il parco è stato via via incrementato in termini di dimensioni mutando aspetto di anno in anno.

È posto perfetto per le famiglie, eccellente per vivere la magia del Lago di Garda da un punto di vista assolutamente nuovo e differente. La mascotte principale del parco è Prezzemolo realizzato nel 1984 da Valerio Mazzoli.

♥ Ti potrebbere essere utile: 6 strategici hotel da prenotare vicino a Gardaland

Bardolino, un attraente e pittoresco villaggio sul Lago di Garda

Bardolino
Bardolino

Se c’è una località che non può proprio mancare nell’elenco di cosa vedere sul Lago di Garda questa è sicuramente Bardolino

Bellissime le vie perpendicolari che si diramano per condurti verso la direzione del lago nella volontà di un paese fortemente votato, un tempo, alla pesca.

Oggi parliamo invece di uno dei più interessanti centri turistici affacciati sul Lago di Garda veneto.

Potrai perderti fra i vicoli stretti e nel romanticismo di un borgo tra i più ammirati del settentrione italiano.

Se l’estate rimane la stagione più interessante per visitare Bardolino, possiamo ammettere che puoi visitarlo durante ogni stagione dell’anno.

Le principali attrazioni di Bardolino sono concentrate nel suo centro storico e presso la frazione di Cisano. Interessante il Castello, del quale però rimane solo una torre in pietra a pianta quadrata.

Sempre nel centro storico del paese trovano posto le due porte rimanenti delle mura di un tempo: la Porta di San Giovanni, a nord, e la Porta Verona a sud. Bella la piazza principale, Piazza Matteotti, delimitata da eleganti palazzi che ospitano caffetterie e ristoranti apprezzabilissimi.

P.S. Da non escludere, specialmente d’estate, le incantevoli spiagge sul lungolago.

Desenzano del Garda, famosa per la villa romana, il castello e il museo archeologico

Desenzano del Garda
Desenzano del Garda

Nella lista di cosa vedere sul Lago di Garda non può mancare la splendida Desenzano del Garda. Il motivo risiede principalmente nell’essere una cittadina amabilissima, capace di regalarti paesaggi d’incanto.

Situato in provincia di Brescia, sulla sponda meridionale del Lago di Garda.

Troverai qui un castello parecchio interessante, resti del passaggio dei romani e spiagge uniche sul lungolago. Ti consigliamo intanto di apprezzare il Porto Vecchio, nato nel XV secolo quando Desenzano del Garda risiedeva sotto il dominio della Serenissima.

Un altro luogo irrinunciabile è rappresentato dal Castello di Desenzano del Garda che un tempo aveva ovvie funzioni difensive: parliamo del simbolo assoluto della cittadina e dal quale si può apprezzare una straordinaria vista sul Lago.

Il cuore pulsante di Desenzano è sicuramente Piazza Malvezzi. Realizzata già nel 1500: si svolge qui ogni prima domenica del mese, a partire da maggio e fino a novembre, un mercatino dell’antiquariato che potrebbe attirare le tue attenzioni.

Desenzano del Garda ospita anche un valido museo archeologico con reperti del Paleolitico e Medioevo: grande attenzione rivolge anche alle palafitte preistoriche del Basso Garda.

Ultima attrazione da apprezzare, la Villa Romana di Desenzano del Garda particolarmente ricca di mosaici policromi.

Curiosità: A Desenzano c’è un impianto sportivo il “Tre Stelle” dove in gioventù, l’oro olimpico dei 100m. Marcell Jacobs, si allenava quotidianamente

Peschiera del Garda, il paese completamente circondato da canali

Peschiera del Garda
Peschiera del Garda

Cosa vedere sul Lago di Garda? Sicuramente Peschiera del Garda, un borgo lacustre a 3km circa da Gardaland, affacciato sulla sponda a sud del Lago a pochi chilometri da Verona ma raggiungibile con una certa semplicità anche da Milano.

Sono davvero tantissimi i turisti che ogni anno si recano a Peschiera del Garda, attrattati da bellezze uniche e anche da Gardaland.

Il centro storico di Peschiera del Garda è una prerogativa assoluta nella visita del borgo: da realizzare preferibilmente a piedi per apprezzare le bellezze dei suoi vicoli più affascinanti, dominati da colori e luci straordinari.

Lo stesso centro storico è anche caratterizzato da tanti negozi e ristoranti, ma anche e soprattutto da piazze, costruzioni religiose e palazzi di grande fascino.

La Fortezza di Peschiera del Garda è caratterizzata invece da una cinta muraria piuttosto imponente su pianta pentagonale. Tra le attrazioni più apprezzate del luogo non manca il Ponte Pedonale che attraversa il canale esterno della medesima Fortezza che possiede nella Porta Brescia il suo ingresso occidentale.

Apprezzabile l’ampia Piazza Ferdinando di Savoia, conosciuta anche come Piazza d’Armi, sulla quale si affacciano il Carcere Militare e la Chiesa Parrocchiale di San Martino. Da qui si può sviare verso Ponte dei Voltoni con i suoi affascinanti archi in cotto.

P.S. Strano ma vero il nome degli abitanti di Peschiera del garda è: arilicensi dal nome che aveva Peschiera in epoca romana: Arilica

Marmitte dei Giganti, spettacolo della natura molto particolare

Se stai cercando cosa vedere sul Lago di Garda, fortemente legato alla natura ti consigliamo le Marmitte dei Giganti di Torbole (Nago-Torbole TN) decisamente ben conservate.

Parliamo di fori enormi con diametro di circa 5 metri e profondi oltre 12 metri: le trovi in uno pseudo canyon che fa sembrare il paesaggio più simile a quello lunare, piuttosto che a quello terrestre.

La denominazione attribuita alle Marmitte dei Giganti deriva da concezioni strettamente popolari: all’epoca la gente del luogo non riusciva a spiegarsi l’insorgenza di queste profonde insenature pseudo cilindriche.

In realtà il fenomeno è riconducibile ad una potente glaciazione risalente ad oltre 130mila anni fa.

In quest’are i ghiacciai si scioglievano con una certa fretta andando a realizzare ruscelli che precipitavano velocemente a valle creando cascate d’acqua e ciottoli capaci di corrodere la superficie rocciosa dando vita a enormi pozzi e piscine vuote visibili ancora oggi.

In ogni caso, durante la Preistoria queste erano abitate dagli uomini del tempo: al loro interno sono state ritrovate ceramiche e punte di freccia. Oggi sono un’attrazione più unica che rara.

P.S. Meglio parcheggiare nel punto panoramico di Nago e poi a piedi scendere per 100 metri circa

Vittoriale degli Italiani, un complesso di edifici, vie, piazze, un teatro all’aperto, giardini e corsi d’acqua

Ammettiamolo, se il Vittoriale degli Italiani è decisamente qualcosa di irrinunciabile riguardo cosa vedere sul Lago di Garda si può dire che forse in tutta Italia nulla è così iconico come questo luogo.

Il Vittoriale degli Italiani è un luogo mistico, fortemente voluto da Gabriele D’Annunzio che è stato sepolto proprio lì. Si tratta di una cittadella decisamente iconica realizzata in collaborazione con l’architetto Giancarlo Maroni fra il 1921 e il 1938 a Gardone Riviera.

Al Vittoriale degli Italiani trovano posto la grande casa museo, la Prioria, che contiene oggetti, decorazioni e stanze a tema. C’è poi l’enorme parco adornato di laghetti, giardini e statue ma anche un auditorium da 200 posti e un teatro a cielo aperto.

Al Vittoriale si può visitare il Museo D’Annunzio Segreto, disposto nei sotterranei del teatro dove troverai gli oggetti legati alla vita privata del grande intellettuale.

In cima alla collina del Vittoriale degli Italiani c’è invece l’imponente mausoleo dove trovano posto le sue spoglie e la Regia Nave Puglia dono dell’Ammiraglio Thaon di Revel con la prua rivolta verso l’Adriatico.

Il Vittoriale degli Italiani è un luogo profondamente iconico quando si sceglie cosa vedere sul Lago di Garda, dai promontori su cui risiede si ha a disposizione anche una visuale pazzesca sul Lago.

Rocca di Manerba, dove godere di una meravigliosa vista panoramica

Rocca di Manerba
Rocca di Manerba

La Rocca di Manerba è essenzialmente un piacevole sperone di roccia che si affaccia direttamente sul Lago di Garda, un promontorio capace di affascinare i turisti. Qui rimangono i resti del Castello di Manerba, appunto la Rocca di Manerba, con una croce all’apice delle rovine.

Facilmente raggiungibile e apprezzato da un pubblico amante della natura grazie alle caratteristiche del luogo, oltre che per la presenza degli scavi archeologici di epoca mesolitica alla base della Rocca.

L’essere umano è quindi arrivato decisamente subito presso la Rocca di Manerba, seguito da insediamenti di Romani, Etruschi e Galli Cenomani. Pare che la Rocca sia stata l’ultimo baluardo di resistenza longobardo nei confronti dei Franchi di Carlo Magno.

Storie e leggende caratterizzano il luogo, come quella del lupo che ti invitiamo a scoprire.

Per raggiungere la Rocca si può procedere a piedi, visitando nel frattempo anche i numerosi scavi archeologici. scendendo ai piedi della Rocca si raggiunge l’interessante Parco Naturalistico, completamente immerso nella natura.

Per arrivarci si parte dalla cittadina di Manerba in auto. Oltre al Parco Naturalistico, la Rocca di Manerba ospita un Museo Archeologico della Valtenesi e il Parco Naturale Archeologico della Rocca e del Sasso.

Mappa dei luoghi da vedere sul Lago di Garda

Ecco la mappa dei luoghi che abbiamo citato in questo dettagliato articolo

Ecco quindi tutto quello che dovrai tenere a mente se stai provando a capire cosa vedere sul Lago di Garda. Un luogo incantevole, perfetto per perdersi fra natura e borghi straordinariamente romantici. Sei pronto a partire?

Altri utenti hanno letto anche

Città e Zone d'Italia famose

Regioni, zone, città e province Italiane più famose dove trascorrere le tue prossime vacanze! Scopri subito cosa fare e vedere...

I più cliccati d'Italia

Ecco alcuni degli articoli sui posti da vedere in Italia che più hanno entusiasmato i nostri lettori

10 posti da visitare almeno una volta nella vita

Nel mondo ci sono dei luoghi davvero incredibili che bisognerebbe vedere almeno una volta nella vita. Ecco secondo noi i 10 posti da visitare almeno una volta nella vita