Basilica di Santo Stefano a Bologna: il complesso delle 7 Chiese

La Basilica di Santo Stefano a Bologna è un complesso di basiliche altomedioevali tutte intercomunicanti tra loro qualcosa di veramente unico da vedere. Ecco perchè...

La Basilica di Santo Stefano è una delle più importanti chiese della città di Bologna. Si tratta in realtà di un complesso di edifici noto come “Sette chiese” e che è ispirato al Santo Sepolcro di Gerusalemme.

Inserita tra le 17 cose da visitare a Bologna da non perdere, è una chiesa che deve essere assolutamente inserita nelle cose da vedere durante un soggiorno in questa meravigliosa città.

L’esterno della Basilica di Santo Stefano di Bologna nasconde quello che in realtà è una struttura unica nel suo genere: tutti i vari ambienti comunicano tra loro tramite porticati, nicchie, altari e cripte. Decisamente un pezzo di storia tutta da visitare entrando dalla splendida piazza di fronte, l’ingresso è gratuito e la visita alle sette chiese è qualcosa si imperdibile!

Le prime costruzioni che compongono quella che oggi viene comunemente chiamata Santo Stefano sono antichissime e la più antica risale addirittura al V secolo.

Basilica di Santo Stefano a Bologna
Basilica di Santo Stefano a Bologna

La tradizione vuole che l’idea per questa basilica sia attribuita direttamente a San Petronio, vescovo di Bologna proprio nel V secolo e santo patrono cittadino. Proprio qui si trovava la sua tomba, nella Chiesa del Santo Sepolcro, fino al momento in cui fu spostata e condotta nella Basilica di San Petronio.

La Basilica del Sepolcro è la più antica di tutto il complesso: si tratta di una costruzione di forma ottagonale, al cui centro si trovava appunto il luogo di sepoltura del santo. Il sepolcro veniva aperto per una settimana all’anno, e i fedeli potevano entrarvi dentro per venerare le reliquie.

La Chiesa del Crocifisso è l’edificio la cui facciata si apre direttamente sulla piazza, ed è quindi il primo in cui si accede. Di origine longobarda, risale al VIII secolo e la sua cripta è un luogo particolarmente suggestivo per la foresta di colonne che accoglie il visitatore.

Passando per la Chiesa del Sepolcro si può accedere alla Chiesa dei Santi Vitale e Agricola, tradizionalmente considerati i primi due martiri bolognesi, uccisi dall’Imperatore Diocleziano.

In origine la chiesa era dedicata a San Pietro e il ritrovamento di un sepolcro con la scritta “Symon” aveva fatto credere che vi fosse seppellito proprio Simon Pietro, ovvero San Pietro.

Questo aveva attirato una folla di pellegrini e per tutta reazione il papa aveva fatto scoperchiare la chiesa e aveva ordinato che fosse riempita di terra. Dopo circa 70 anni la chiesa poté essere recuperata al culto, a patto però che non fosse più dedicata a San Pietro.

La Chiesa della Trinità è anch’essa antichissima e ospita il più antico presepe conosciuto al mondo composto da statue a tutto tondo. Pensa che il gruppo di statue risale al XIII secolo.

Se hai la curiosità di vedere l’interno della Basilica di Santo Stefano a Bologna, prenditi qualche minuto e guarda questo video che soddisferà di certo la tua curiosità

Altri utenti hanno letto anche

Città e Zone d'Italia famose

Regioni, zone, città e province Italiane più famose dove trascorrere le tue prossime vacanze! Scopri subito cosa fare e vedere...

I più cliccati d'Italia

Ecco alcuni degli articoli sui posti da vedere in Italia che più hanno entusiasmato i nostri lettori

Cosa vedere a Firenze, 10 attrazioni da non lasciarsi sfuggire

Se sei alla ricerca di qualche consiglio su cosa vedere a Firenze ecco una succulenta guida che ti devi leggere prima di partire per la meravigliosa Firenze.

Costa dei Trabocchi: le bizzarre strutture nella costa d’Abruzzo

Se vuoi saperne di più sull’affascinate Costa dei Trabocchi in Abruzzo ecco tutto quello che c’è da sapere. Leggi qui.