Monterosso al Mare: curiosità sul paese più grande delle Cinque Terre

Monterosso al Mare è il borgo più grande delle Cinque Terre l'unico dei 5 paesini ad avere un’estesa spiaggia sabbiosa e una lunga passeggiata a mare con vari pub e gelaterie.

Monterosso al Mare è il borgo più esteso delle Cinque Terre che risale già al 1200. Parliamo del primo borgo che si incontra raggiungendo la località da ponente. Il borgo è il più popolato dei cinque e anche l’unico a disporre di una interessante spiaggia sabbiosa con una lunga passeggiata a mare.

Il borgo di Monterosso al Mare si divide in due parti: ad est la zona di Fiegina, dove trova posto la nota spiaggia, e ad ovest il bellissimo borgo vecchio.

La suddivisione doppia del borgo di Monterosso prevede un congiungimento praticato da una galleria pedonale: altre possibilità sono offerte da un percorso che costeggia il mare o da un sentiero più impegnativo che però permette di apprezzare un panorama semplicemente straordinario.

Vista Monterosso
Vista Monterosso

Nel giro di un’ora si raggiunge Punta Mesco per poi proseguire verso Levanto, aggiungendo poco meno di due ore di ulteriore cammino.

La parte vecchia di Monterosso al Mare non può fare a meno delle splendide case-torri nei colori vivi che caratterizzano tutti i borghi di questo angolo di paradiso della Liguria. Ciò, assieme ai monumenti e soprattutto alle valide spiagge, fa di Monterosso il borgo più apprezzato e visitato di tutte le Cinque Terre.

La parte vecchia ospita la storia di Monterosso

La sezione vecchia del borgo di Monterosso al Mare contiene la maggior presenza di strutture legate alla storia del paesino.

Immancabile una visita alla bella Chiesa di San Giovanni Battista, costruita negli anni che intercorrono fra il XIII e il XIV Secolo.

Chiesa di San Giovanni Battista
Chiesa di San Giovanni Battista

Si tratta di una bellissima struttura in stile gotico genovese, a tre navate, con facciata caratterizzata dalla policromia dei marmi bianco e verde disposti orizzontalmente: molto bello l’ampio portone centrale e il grande rosone che caratterizzano la facciata.

Seguendo le strette vie del borgo potrai giungere fino al Convento dei Cappuccini disposto sul colle di San Cristoforo dove ha sede anche la Chiesa di San Francesco, anche in questo caso caratterizzata dal motivo a fasce orizzontali che rende unica la facciata.

Se invece ti appresti a raggiungere la nota spiaggia di Fegina, troverai poco prima la Torre Aurora col bunker utilizzato durante la Seconda Guerra Mondiale.

Una volta giunto alla spiaggia di Fegina potrai apprezzare una delle spiagge più rinomate delle Cinque Terre. Percorrendo tutta la spiaggia troverai un’altra attrazione molto nota del borgo di Monterosso: si tratta della Statua del Gigante, ovvero una scultura in cemento armato e ferro alta 14 metri adagiata ad uno sperone di roccia.

Statua del Gigante
Statua del Gigante

Faceva parte del complesso di Villa Pastine. Sulle alture del borgo c’è spazio anche per il fiabesco santuario di Nostra Signora di Soviore dal quale apprezzare panorami straordinari e ritrovare pace e serenità assolute.

Essendo Monterosso il borgo più esteso del luogo, l’ospitalità risulta particolarmente ampia e diversificata: motivo per cui non dovresti avere problemi nel trovare l’alloggio che preferisci.

Per mangiare avrai a disposizione molte trattorie e ristoranti molto ben disposti sia nell’area della spiaggia di Fegina, sia all’interno dell’incantevole centro storico.

Come arrivare a Monterosso al Mare

Per arrivare al borgo di Monterosso ti consigliamo di utilizzare l’ottimo collegamento ferroviario sfruttando la linea La Spezia – Levanto. Ci sono numerose corse a cadenza regolare durante tutta la durata della giornata che vengono intensificate durante il periodo estivo.

Si può chiaramente arrivare anche in macchina, ma il percorso diventa più lungo e tortuoso oltre al fatto che trovare un parcheggio risulta spesso particolarmente complicato.

Fra le altre cose da praticare a Monterosso ti consigliamo i percorsi di trekking. Ci sono infatti tre percorsi che si diramano da Monterosso: il Sentiero Azzurro che giunge fino a Vernazza (3,5 chilometri), il Sentiero 509 che conduce fino al Santuario di Soviore e il Sentiero che conduce fino ai resti dell’Eremo di Sant’Antonio del Mesco che si percorre nel giro di un’ora.

Feste ed eventi a Monterosso

In tema di feste possiamo consigliarti quelle che si svolgono principalmente in primavera ed estate:

  • a maggio c’è la Festa dei Limoni, la Sagra dell’Acciuga Fritta e il Corpus Domini con la processione e l’infiorata.
  • Ogni 24 giugno, per la festa di San Giovanni, si brucia un fantoccio di pezza in un tradizionale falò.
  • Il 7 luglio c’è invece la Festa di Nostra Signora di Soviore.
  • Se hai in programma di visitare Monterosso a settembre, c’è la Sagra dell’Acciuga Salata.

Altri utenti hanno letto anche

Città e Zone d'Italia famose

Regioni, zone, città e province Italiane più famose dove trascorrere le tue prossime vacanze! Scopri subito cosa fare e vedere...

I più cliccati d'Italia

Ecco alcuni degli articoli sui posti da vedere in Italia che più hanno entusiasmato i nostri lettori

Cosa vedere a Firenze, 10 attrazioni da non lasciarsi sfuggire

Se sei alla ricerca di qualche consiglio su cosa vedere a Firenze ecco una succulenta guida che ti devi leggere prima di partire per la meravigliosa Firenze.