Cosa vedere a Firenze, 10 attrazioni che non ti puoi perdere

Se sei alla ricerca di qualche consiglio su cosa vedere a Firenze ecco una succulenta guida che ti devi leggere prima di partire per la meravigliosa Firenze.

Se sei in cerca di una meta che coniughi armoniosamente bellezza, cultura e fascino la meta è Firenze, ma tra le tante cose che offre, cosa vedere a Firenze assolutamente?

Magari hai poco tempo a disposizione o sei a Firenze solo per qualche giorno, quali sono quelle cose da vedere a Firenze che assolutamente non ti puoi perdere? Te lo sveliamo qui

Partiamo con il dire che Firenze è la perla della Toscana, la culla del Rinascimento o comunque la si voglia chiamare offre uno spettacolo di architettura ed arte paragonabile solo a quello della Capitale.

Sono entrambe mete privilegiate ma Firenze è decisamente più rilassante e meno caotica.

Diamo dunque il via al nostro tour in giro alle attrazioni di Firenze più belle da vedere e aperti al pubblico.

Quando pensiamo nello specifico al panorama culturale fiorentino cosa viene subito alla  mente? Beh … Il Duomo!

Il Duomo di Firenze (Cattedrale Santa Maria del Fiore)

Duomo di Firenze
Duomo di Firenze

La prima cosa da vedere a Firenze è sicuramente il Duomo di Firenze (Cattedrale Santa Maria del Fiore), principalmente per la presenza del Campanile di Giotto.

La Cattedrale risale al 1296 mentre il Campanile al 1334 cioè quando fu incaricato dei lavori Giotto. Della prima però ricordiamo soprattutto la cupola del Brunelleschi adornata delle opere de Castagno e del Robbia come di Donatello e dei fratelli Zuccari.

Alla realizzazione del Campanile invece collaborò il Pisano, si notino i marmi di Carrara ed il gioco cromatico verde e rosso.

Accanto a queste eccellenti opere artistiche fiorentine incontriamo il Battistero di San Giovanni (IV – V sec.) che sorge sui resti di una domus patrizia.

All’interno ammiriamo la celebre cupola intarsiata di dorato mosaico per i cui affreschi Michelangelo d’ispirò alla Cappella Sistina.

All’esterno invece impossibile non citare la Porta del Paradiso interamente in oro ad opera del Ghilberti e la porta sud realizzata dal Piano che raffigura le virtù teogali e cardinali e la vita del Battista.

Se lo desideri puoi prenotare anche una visita guidata al Duomo da qui

Continuiamo la nostra lista su cosa vedere a Firenze con altri edifici religiosi fiorentini di spicco: Santa Maria Novella


Basilica Santa Maria Novella, la 1° cosa da vedere a Firenze

Basilica Santa Maria Novella
Basilica Santa Maria Novella

Chiesa in stile gotico, un alternarsi di marmi bianchi, rosa e azzurro pastello con all’interno un  magnifico crocifisso realizzato da Giotto databile al 1290-1295.

La basilica di Santa Maria Novella è una delle più importanti chiese di Firenze si trova a due passi dalla stazione ferroviaria (se vai a Firenze in treno rappresenta una sorta di biglietto da visita della città) e si affaccia su una splendida piazza (omonima).

Santa Maria Novella che fu realizzata da Leon Battista Alberti e di cui ammiriamo all’esterno il gioco cromatico dei marmi verdi e bianche mentre all’interno troviamo la Trinità di Masaccio un eccellente precursione artistica dell’illusione tridimensionale delle immagini.

La chiesa, conserva al suo interno alcuni dei vertici più illustri dell’arte fiorentina, tra cui gli affreschi del Ghirlandaio, maestro di Michelangelo.


Ponte Vecchio, il primo e il più antico ponte di Firenze

Ponte Vecchio
Ponte Vecchio

Eccolo, uno dei ponti più famosi al mondo e simbolo della città di Firenze, sicuramente una cosa da vedere a Firenze con le sue vetrine dei maestri orafi e il folklore tipico fiorentino di sera.

La prima costruzione risale all’epoca romana, ma fu danneggiato varie volte da incendi ed alluvioni. Nel 1345 fu ricostruito su 3 archi molto più profondi e resistenti all’acqua da Taddeo Gaddi discepolo di Giotto.

Ponte Vecchio collega via Por Santa Maria a via de’ Guicciardini, con un flusso incessante di persone continuo, sia per la notorietà del luogo, sia perché collega famose attrazioni interesse turistico di qua d’Arno con l’area di palazzo Pitti e di Santo Spirito nell’Oltrarno.

Si narra che durante la 2° guerra mondiale, la sua bellezza abbia colpito anche Hitler e proprio per questo, fu l’unico ponte di Firenze a non essere bombardato dai tedeschi.

♥ Leggi anche: Ponte Vecchio di Firenze: Uno dei ponti più famosi al mondo


Basilica di Santa Croce, un simbolo prestigioso di Firenze

Basilica di Santa Croce
Basilica di Santa Croce

Una raccolta di capolavori e tombe eccellenti che solo a Firenze si possono trovare.

Uno dei capolavori da non perdere se si è a Firenze! Al suo interno si sente un’atmosfera di altri tempi con la custodia di innumerevoli tombe di personaggi illustri.

La basilica di Santa Croce molto famosa perché al interno possiamo osservare le tombe d’importanti personaggi quali Galileo, Macchiavelli, Foscolo, Michelangelo e tanti altri artisti italiani.

Molto suggestive sono le innumerevoli lastre tombali di marmo con intarsi in rilievo poste sul pavimento. In alto destra della Basilica si trovano i chiostri, lungo i quali si possono osservare monumenti funebri, e il refettorio, all’interno del quale spiccano opere di Taddei.

All’esterno mostra una bellissima facciata, eccellente esempio dello stile gotico che si affermò in quel periodo in Italia (una delle massime realizzazioni del gotico in Italia), con la grande piazza che ogni anno ospita il “Calcio in costume” (Calcio storico fiorentino).


Piazza della Signoria, un vero e proprio museo all’ aperto

Un’altra opera fiorentina che ci viene subito in mente è Piazza della Signoria, il fulcro della città su cui si affacciano numerosi musei e basiliche: qui troviamo ad esempio Palazzo vecchio (1540-1550) eccellente esempio dello squisito stile dell’architettura civile fiorentina, che fu dimora di Cosimo I de’ Medici e sede della Repubblica Fiorentina.

Probababilmente una delle piazze più famose e più belle d’Italia, un vero e proprio museo all’ aperto.

Si notino nel dettaglio le porte (la porta di Tramontana e la porta della Dogana) e la trecentesca Torre di Arnolfo alta 94m.

Ma troviamo anche la celebre Fontana di Nettuno dell’Ammannati con le sue maestose statue bronzee ed il Ponte Vecchio risalente al 1345.

Continuiamo questo tour su cosa vedere a Firenze dando uno sguardo alle raccolte d’opere d’arte ed ai musei.


Galleria degli Uffizi, un museo che ti lascia senza fiato!

Galleria degli Uffizi
Galleria degli Uffizi

Le innumerevoli opere sono una più bella dell’altra, l’affaccio poi sui tetti di Firenze e sul Fiume Arno, con vista su Ponte Vecchio, è qualcosa di veramente unico!

La più celebre raccolta la troviamo all’interno della Galleria degli Uffizi, inizialmente voluta da Francesco I de’ Medici per uso privato divenne poi pubblica.

Vi sono esposte opere che vanno dal ‘300 al ‘500, fra gli artisti: Giotto, Raffaello, Botticelli, Michelangelo e Piero della Francesca.

Trattasi del secondo museo d’Italia, secondo cioè soltanto ai Musei Vaticani. La qualità e quantità delle opere esposte è davvero incredibile, dall’arte antica romana ai giorni nostri, tra pittura e scultura.

Gli Uffizi costituiscono un’esperienza indimenticabile, una delle cose da vedere a Firenze assolutamente.

P.S. Ti consigliamo sicuramente la prenotazione on-line dei biglietti e la visita nelle prime ore del mattino, quando le sale non sono affollate e puoi soffermarti tranquillamente ad ammirare le opere.

Puoi prenotare il biglietto salta la fila con guida dedicata direttamente da qui


Galleria dell’Accademia

Galleria Dell'Accademia
Galleria Dell’Accademia

La Galleria dell’Accademia è un importantissimo museo dove si trovano il maggior numero di opere di Michelangelo al mondo, fra cui il famosissimo David.

All’interno del museo si trovano anche altre sezioni, fra cui la raccolta più grande ed importante al mondo di opere pittoriche a fondo oro, ed il Museo degli strumenti musicali, dove sono messi in esposizione molti manufatti appartenenti alla collezione storica del Conservatorio Luigi Cherubini.

Impossibile passare da Firenze senza visitare questo museo.


Museo del Bargello

Museo Nazionale del Bargello
Museo Nazionale del Bargello

Il Museo del Bargello, con sede nell’antico Palazzo del Podestà di Firenze, custodisce una vasta collezione di statue realizzate in epoca rinascimentale di diversi illustri artisti.

Il Museo si divide sui tre piani dell’edificio: al piano terra si può osservare l’incantevole vista d’insieme del cortile e la Sala di Michelangelo con le sculture del Buonarroti, di Cellini, Giambologna, Ammannati.

Al primo piano si trova la grandiosa Sala di Donatello con le più celebri opere:David, Attis, San Giorgio, Marzocco, si possono ammirare anche le sculture maiolicate di Luca della Robbia, le formelle bronzee di Ghiberti e Brunelleschi.

Al secondo piano si trova una delle principali raccolte di capolavori di Andrea e Giovanni della Robbia, dove è possibile osservare i pezzi sopravvissuti alla dispersione dell’armeria medicea.


Museo di San Marco

Il Museo di San Marco sorge nell’ex convento del Savonarola al suo interno possiamo ammirate i dipinti del Beato Angelico prima fra tutte “La crocifissione di Gesù Cristo”.


Galleria Palatina (in Palazzo Pitti)

Chiudiamo con la Galleria Palatina dove sono custodite ancora altre opere del Tiziano, del Caravaggio e del Raffaello, nonché del Rubens, e che si trova (insieme ad altri cinque musei) presso Palazzo Pitti originariamente residenza della famiglia dei Medici di cui ammiriamo i ben conservati lussuosi appartamenti.

P.S. Alle spalle di Palazzo Pitti si estende il maestoso Giardino di Boboli. I Medici per primi ne curarono la sistemazione, creando il modello di giardino all’italiana che divenne esemplare per molte corti europee. Guarda qui: Giardino di Boboli il parco storico della città di Firenze

Anche se non sei un amante dell’arte, questo museo merita una visita per ammirare la sfarzosità dei Medici. Le pareti sono coperte da cima a fondo con opere d’arte di artisti importanti come Botticelli, Raffaello, Michelangelo, Tiziano, Caravaggio e tanti altri.


Il tour da prenotare per vedere Firenze

Tour Privato Visitare Firenze
Tour Privato Visitare Firenze

Se è una delle tue prime volte a Firenze ti consigliamo di acquistare un tour della città, meglio ancora se privato, avrai così la possibilità di conoscere nel dettaglio i monumenti e i musei più emblematici di Firenze, accompagnato da una guida in esclusiva per te.

Se vuoi conoscere in maniera esclusiva Firenze, questo è una cosa che ti consigliamo assolutamente di fare, risparmi denaro e ottimizzi di gran lunga i tempi.

Queste visite si fanno a piedi e durano dalle 3 alle 6 ore, dipende da te!

Questo è il link per prenotare il tour privato o per avere altri dettagli

Altri utenti hanno letto anche

I più cliccati